edenlandia

NAPOLI – Cento bambini ucraini, tutti provenienti da famiglie in fuga dalla guerra, sono stati in visita all’ Edenlandia grazie a una collaborazione tra il gruppo di imprese sociali Gesco e il parco giochi di Fuorigrotta con il patron Gianluca Vorzillo. I bambini saranno accompagnati dalle mediatrici dell’associazione I bambini ucraini sono i nostri bambini.

L’iniziativa fa parte della campagna #Gescoperlapace promossa sin dall’inizio della guerra in Ucraina e che ha visto lo scorso mese la partecipazione alla missione Safe Passage in Ucraina: una carovana di bus organizzata con l’associazione Mediterranea, che ha portato aiuti umanitari ai campi profughi ai confini con la Polonia e condotto in Italia circa cento persone in fuga dalle bombe.

“Continua il nostro impegno per la pace – spiega il presidente di Gesco Sergio D’Angelo – giacché non basta essere idealmente accanto al popolo ucraino, occorrono azioni concrete e costanti affinché tutte le persone che trovano rifugio nei nostri territori possano essere sostenute e accolte dignitosamente. È per questo che, oltre alla missione in Polonia, abbiamo organizzato un rete di accoglienza dei profughi a Napoli e in altre città della Campania e cerchiamo di aiutare soprattutto i bambini a vivere in condizioni quanto più tranquille possibili, nella speranza che possano affrontare con maggiore serenità il distacco dai loro parenti e l’allontanamento così traumatico dalla loro casa”.

Resta a questo scopo ancora attiva la raccolta fondi a sostegno delle famiglie ucraine rifugiatesi a Napoli. Tutte le informazioni su come contribuire alla campagna e come donare si trovano sul sito www.gescosociale.it e sul Facebook di Gesco: #Gescoperlapace

Per contribuire con una donazione:

Conto Corrente
IT 13 Q 05018 03400 000011277654

Intestato a: Gesco Consorzio di Cooperative Sociali

causale: Gescoperlapace

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments