19046825_10213575943295680_158436311_n

NAPOLI (di Anna Pernice)- Primo Levi definiva l’Abruzzo forte e gentile….il luogo ideale per andare a sciare la mattina ed andare a mare la sera.Se per le vacanze estive state optando per una meta di mare in Italia, ma non volete spendere troppo, vi consiglio Giulianova, piccolo borgo marinaro in Abruzzo in provincia di Teramo, nota per essere fra le più frequentate stazioni balneari del Medio Adriatico grazie alla sua lunga spiaggia dorata attrezzata di lidi, ristorantini e pista ciclabile.

E’ una città dai molteplici volti, ideale per chi ama il mare, ma anche per chi preferisce la montagna. Per chi vuole rilassarsi e per chi vuole cimentarsi in nuove attività sportive. Per i buongustai e per chi adora passeggiare e scoprire le testimonianze del passato delle città che visita.

E’ infatti circondata dai magnifici parchi d’Abruzzo, tra i più vicini il Parco Nazionale del Gran Sasso e quello della Majella, oltre alle spettacolari grotte visitabili che offrono spettacoli di roccia e calcare, come le grotte del Cavallone, che Gabriele d’Annunzio ha reso immortali nei suoi versi.

Ideale per una vacanza in famiglia con bambini senza spendere troppo, fittando una delle case vacanze Narramondo Villas direttamente sul mare, convenzionate con i lidi della zona.

Giulianova però non è solo mare, ma ha anche un bel borgo storico tutto da vedere nel quale ci sono ben 27 chiese, una più bella dell’altra.

Inoltre, nel centro storico di Giulianova alta le cassettine dell’enel sono tutte decorate con bellissimi dipinti di steet art per un vernissage a cielo aperto davvero molto bello da vedere (e fotografare).

Altra caratteristica del piccolo paesino di Giulianova è la biblioteca del viandante, una bellissima iniziativa che promuove la cultura è la lettura. Non è la classica biblioteca, ma è una cassettina decorata lungo una delle vie della città dove si invita a cercare la chiave di apertura e prendere un libro in regalo o regalare un libro alla biblioteca. 

C’è poi il Santuario della Madonna dello Splendore dalla sorgente miracolosa  che, secondo la storia e la tradizione e la constatazione fatta da una recente ricognizione, è situata sotto l’Altare maggiore sul quale è esposto, in un tempietto, il veneratissimo Simulacro che si ritiene sia lo stesso comparso al contadino Bertolino in sogno.

La leggenda dice che Bertolino vide la Vergine sorridente che lo incaricava di annunziare alla comunità la più bella delle notizie: la Madre di Dio aveva scelto la cittadina giugliese per essere onorata con la costruzione di un Santuario. Da allora il santuario è un luogo di pellegrinaggio simile a Lourdes dove i pellegrini si recano ed immergono nelle acque della fontana in cerca di grazie.

Per arrivarci, è possibile percorrere la strada della Via Crucis con statue ad altezza reale, la più ripida d’Europa.

www.travelfashiontips.com

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments