Il confine tra il mondo fisico e il virtuale: inaugurata a Napoli Futuro Remoto (VIDEO)

0

NAPOLI – Il confine tra il mondo fisico e il virtuale: inaugurata a Napoli Futuro Remoto.

L’interazione tra l’uomo e i robot per l’industria del futuro.

Un viaggio nella quinta rivoluzione industriale, con il passaggio dalla macchina agli androidi quello su cui si incentra la 33°edizione di Futuro Remoto.

Il primo festival della scienza d’italia, ideato dalla fondazione Idis, è stato inaugurato questa mattina negli spazi di città della scienza a Bagnoli.

Titolo e tema portante dell’evento, che si svolgerà fino al 24 novembre, Essere 4.0 Storie di rivoluzioni, scienza e tecnologia: da Leonardo da Vinci ad oggi.

12 aeree tematiche, dall’aerospazio alla Chimica verde, a disposizione dei tanti studenti delle scuole del territorio che questa mattina hanno partecipato all’evento inaugurale a cui ha preso parte il presidente di Città della scienza, Riccardo Villari.

Una conferenza spettacolo sulla lotta ai cambiamenti climatici, a cura del biologo Francesco Petretti, la formula per dare il via all’edizione 2019.

Ad accompagnare l’evento i pionieri della eco musica, Capone e i Bungt bangt ed il loro messaggio sull’importanza del riciclo dei rifiuti.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments