NAPOLI – Anche quest’anno – per il tredicesimo anno consecutivo – il Credito Cooperativo, attraverso Federcasse, partecipa convintamente all’iniziativa “M’illumino di meno” (per l’adozione e la diffusione di buone pratiche in tema di risparmio energetico) promossa dalla trasmissione radiofonica “Caterpillar” di RaiRadio2 in occasione della Giornata del Risparmio Energetico, che si svolge oggi, venerdì 26 marzo.

Le Bcc della Campania e la Bcc di Napoli in armonia con il progetto nazionale aderiscono alla Giornata del Risparmio Energetico convinti che il tema della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente siano essenziali per lo sviluppo del territorio oltre che del pianeta. La Banca di Credito Cooperativo di Napoli valorizzerà sempre di più il rating ambientale all’interno del processo di concessione del credito premiando le aziende più sensibili al tema della sostenibilità.

Nel 2019 le BCC avevano promosso il tema dell’economia circolare con lo slogan “L’economia che ri-genera il futuro” per raccontare in particolare l’impatto positivo sui territori che caratterizza la finanza “geo-circolare” espressione originale della attività delle Banche di Credito Cooperativo. L’edizione 2020 era invece stata dedicata all’ambiente e Federcasse, insieme a Confcooperative, aveva aderito con lo slogan “Mettiamo radici al futuro”.

L’edizione 2021 di “M’illumino di meno” è invece dedicata al “Salto di specie”, l’evoluzione ecologica nel nostro modo di vivere, mai così di attualità come in questo momento di crisi sanitaria mondiale. L’invito di “M’illumino di Meno” 2021 è allora quello di raccontare i piccoli e grandi “Salti di specie” nelle nostre vite. Quelli già fatti e quelli in programma: dalla mobilità all’abitare, dall’alimentazione all’economia circolare.

Lo slogan della edizione di quest’anno è: “Facciamo un salto, mettiamo in campo l’energia!”. Le singole BCC, oltre alle “tradizionali” iniziative della Giornata (come lo spegnere le luci e le apparecchiature elettroniche non indispensabili e la sensibilizzazione di soci e clienti sull’adozione di buone pratiche grazie da un “Decalogo” messo a punto da Federcasse e Confcooperative), adotteranno a loro volta iniziative originali frutto della propria fantasia, grazie anche al coinvolgimento dei tanti Giovani Soci delle BCC.

A livello nazionale, l’adesione a “M’Illumino di meno” è stata accompagnata da una pianificazione di mini spot radio in onda da lunedi 22 a venerdi 26 marzo su “Rai Radio 2”.

“Federcasse e le Segreterie Nazionali delle Organizzazioni sindacali del Credito Cooperativo – si legge nella dichiarazione congiunta – condividono una visione prospettica delle relazioni sindacali e della contrattazione collettiva nazionale di lavoro delle “Banche di comunità” che – oltre alla funzione tipica di regolazione dei rapporti di lavoro – risulti anche efficacemente orientata a contribuire ad un modello di sviluppo sostenibile dei territori”.

“Le Banche di Credito Cooperativo-Casse Rurali-Casse Raiffeisen – prosegue la dichiarazione – sono impegnate a incrementare le azioni a favore dello sviluppo sostenibile, dell’educazione ambientale e della tutela del paesaggio, promuovono da anni la diffusione delle energie rinnovabili presso soci e clienti e adottano progressivamente soluzioni green”.

“Federcasse invita a partecipare alla Giornata del 26 marzo con l’adozione di buone prassi, come il Decalogo “Facciamo un salto, mettiamo in campo l’energia!” in primo luogo spegnendo le luci e i dispositivi elettrici non indispensabili e dando spazio alla fantasia nell’ideare modi originali di cogliere il senso profondo di questa “Giornata del risparmio energetico 2021”.

“Le Segreterie nazionali delle Organizzazioni sindacali – conclude la dichiarazione – esprimono convinto sostegno all’iniziativa ed invitano le Lavoratrici ed i Lavoratori del Credito Cooperativo e le loro famiglie a prendervi parte attivamente, come portatori di interesse delle comunità di riferimento, nella ferma convinzione che le buone prassi sociali e di consumo possano contribuire ad un sano e consapevole sviluppo economico dei territori e favorire ad accrescere la salute e qualità dell’ambiente, della vita e del lavoro”.

IL DECALOGO DEL VIVERE SOSTENIBILE

1. Salto in bicicletta
Andiamo a piedi o in bicicletta e monopattino per brevi spostamenti. Riduciamo le emissioni inquinanti e miglioriamo la qualità della vita.

2. Salto domestico
Utilizziamo il termostato, vestiamoci secondo la stagione, attiviamo la funzione stand-by per consumare meno energia e aiutare l’ambiente.

3. Piatto… al salto
Mangiamo prodotti di stagione a km 0, coltivati senza l’impiego di fitosanitari e nella quantità giusta, per un migliore impatto sulla biodiversità. Riduciamo lo spreco.

4. Salto di palo in frasca
Impariamo a differenziare per ottenere nuove materie da quelle già utilizzate. Perché riciclare significa risparmiare sul prelievo di risorse dalla natura.

5. Salto nel verde
Acquistiamo carta riciclata, solo legno certificato e piantiamo sempre nuovi alberi. Perché significa avere fiducia nel futuro.

6. Salto di gioia
Investiamo in efficienza energetica per ridurre i consumi e risparmiare sulla bolletta, inquinando meno l’atmosfera.

7. Salto di qualità
Consumiamo in modo responsabile, puntando sulla qualità e sul prezzo giusto di prodotti che rispettano l’ambiente e garantiscono lavoro dignitoso.

8. Salto nel passato
Recuperiamo i metodi di pulizia del passato, prevedendo l’impiego di sostanze a basso impatto, come bicarbonato, aceto e limone.

9. Salto di specie
Valorizziamo la biodiversità piantando fiori per api e farfalle, installando bat-box per i pipistrelli e nidi artificiali per merli e pettirossi.

10. Salto circolare
Le BCC e Confcooperative ripensano il modello economico e sociale, guardando ad un mondo più sostenibile in termini climatici ed ambientali, ma anche sociali, culturali ed economico-finanziari.

1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Angela Procaccini
27/03/2021 8:07

Amedeo manzo ci illumina con il suo ottimismo pragmatico!