vulnerabilita_apple_pegasus_0816

NAPOLI – Sarà riservato a trenta tra studenti e laureati entro i dodici mesi, e durerà quattro settimane il corso organizzato dall’Orientale in collaborazione con Apple.

Il corso si chiama “L’Orientale – iOS Foundation Program” e intende fornire competenze per lo sviluppo di applicazioni iOS e di nuovi servizi digitali su piattaforme Apple, offrendo opportunità di formazione ed esperienza in un ambito oggi indispensabile per il mondo del lavoro.Le selezioni degli studenti tra un paio di settimane. Il corso partirà a febbraio e sarà tenuto da quattro docenti dell’Orientale, Johanna Monti, linguista computazionale; Michele Stefanile, archeologo subacqueo; Maria Anna di Palma, esperta di statistica; Valeria Caruso, lessicografa. Insieme a loro, Luigi D’Acunto ingegnere della “iOS Developer Academy”.«Il valore aggiunto degli studenti di discipline umanistiche sta nell’approccio diverso  alla soluzione dei problemi, e nella naturale creatività che molti di loro dimostrano. Creatività senza confini, come è naturale per chiunque guardi ad orizzonti lontani, e come le App che sono per definizione appunto senza confini» sottolinea Elda Morlicchio, Rettrice dell’Orientale. «Con questo corso ci proponiamo di coniugare i contenuti vocazionali di ricerca e di didattica di eccellenza dell’Orientale, ovvero principalmente le lingue e le linguistiche, le letterature, le scienze sociali, le arti e l’archeologia,  con gli aspetti tecnologici, informatici e digitali».«Questo progetto ha l’obiettivo di contribuire a formare nuovi sviluppatori di applicazioni iOS e servizi digitali. Il corso fornirà le competenze di base necessarie ad ideare, progettare e potenzialmente sviluppare app innovative finalizzate all’uso su dispositivi e piattaforme Apple» dice Valeria Micillo, coordinatore del progetto Apple per l’Orientale. «I nostri candidati ideali possiedono non tanto o non soltanto conoscenze di tipo informatico e digitale quanto piuttosto forte capacità di ideazione e creatività, proattività, comunicativa, forte motivazione, curiosità e interesse per l’innovazione e le tecnologie, oltre a una buona competenza  in inglese».Rispetto ad analoghi corsi, universitari e non, questo dell’Orientale ha la particolarità di rivolgersi a un pubblico sostanzialmente non alfabetizzato, o solo parzialmente alfabetizzato, dal punto di vista digitale e informatico. Il risultato atteso è un incremento delle competenze digitali degli studenti  che, in associazione alle conoscenze acquisite con il percorso universitario, permetta di costruire un profilo professionale nuovo, più adeguato alle sfide del mondo contemporaneo.

La selezione avverrà in due momenti:
1) un test basato essenzialmente su tre tipi di domande a risposta multipla: a) di logica; b) competenze digitali OOP (programmazione object-oriented); c) conoscenza delle tecnologie Apple.

Il test sarà erogato attraverso una piattaforma informatica, e si svolgerà presso la sede de “L’Orientale”.

2) Per coloro che supereranno il test alla valutazione del test si aggiungerà la valutazione di un video di presentazione di un paio di minuti. Il video verrà valutato solo se sarà superato il test, e dovrà essere di tipo motivazionale, e realizzato in lingua inglese. Nel video il candidato potrà fornire una breve presentazione di se stesso e delle proprie caratteristiche umane e professionali; illustrare le motivazioni professionali e personali alla base della sua candidatura; descrivere sinteticamente gli obiettivi che si propone, relativamente alle proprie competenze e ai futuri sviluppi lavorativi; delineare gli ambiti applicativi e/o la tipologia di progetto nei quali ritiene di poter sviluppare la sua attività nell’ambito del programma; indicare le competenze personali e professionali che ritiene possano essere messe maggiormente a frutto durante il Corso.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments