yoga

CASERTA- Le discipline olistiche e bionaturali protagoniste a Caserta nell’ambito di un convegno organizzato sabato 18 giugno da Graziano Scarascia, Direttore del Dipartimento di scienze e tecniche Olistiche AICS – DBN Caserta, e dal presidente del comitato Provinciale di Caserta, Dott. Luigi Sagnella.

La giornata di studi, che si svolgerà presso l’aula magna dell’istituto tecnico Michelangelo Buonarroti di Caserta servirà a  presentare il nuovo settore Olistico costituito in seno ad AICS nella Regione Campania. Alla mattinata di studi interverranno relatori di prestigio per informare e condividere la loro esperienza nell’ambito di tali discipline  nonché per esaminare  i nuovi aspetti normativi  cristallizzatisi  a seguito dell’emanazione della Legge 4/2013 quale disposizione rivoluzionaria nell’ambito della costituzione e riconoscimento delle professioni non organizzate in ordini e collegi tra cui rientra quella dell’operatore olistico. Prenderanno parte al dibattito oltre agli organizzatori ovvero, Graziano Scarascia ,responsabile regionale del Dipartimento Scienze e Tecniche Olistiche, e Luigi Sagnella,Presidente del Comitato Provinciale di Caserta,  il direttore regionale della commissione tecnico scientifica, Dott. Guglielmo De Martino, il responsabile nazionale  AICS del settore Karate,  Lello Andreozzi, il presidente del SIAF, dottoressa Floriana Rubino, la consulente legale del Dipartimento di Scienze e Tecniche olistiche AICS – DBN, l’avvocato Carmen Basso, e il presidente dell’AICS  Regione Campania, Dott. Alessandro Pappaccio. A spiegare come è nato il DSTO ci ha pensato il Maestro Graziano Scarascia “Il DSTO, nasce dall’esigenza di offrire supporto e professionalità al settore delle discipline olistiche e bio naturali”. “Il settore- prosegue Scarascia- sta entrando in una nuova era nella quale deve diventare adulto e cambiare molti aspetti che oggi sono ormai superati. Con l’avvento di internet ,ed in special modo dei social media, oggi  gli utenti hanno accesso a molte informazioni per cui i corsi che venivano, e che tutt’ ora vengono,offerti in soluzioni di un week end ,o meno, non sono più in linea con lo standard richiesto dall’utente. Oggi c’è  bisogno di professionalizzare il settore innanzitutto, per tutelare quell’ alto numero di interessati che si affidano alle discipline olistiche ed agli operatori del settore. C’è bisogno di qualità e professionalità per rispondere in modo serio agli utenti che credono nei benefici di queste discipline. Noi Vogliamo diventare un punto di riferimento serio per tutti coloro che chiedono credibilità a questo settore”. Ma quali sono gli obiettivi da raggiungere? “Il DSTO – prosegue il Maestro Graziano Scarascia – si pone come obiettivo quello di rendere più professionale il settore delle discipline olistiche convenendo con le previsioni della legge n. 4 del 2013. Inoltre,quello di creare una sinergica collaborazione con il sistema sanitario professionale. In altri paesi Europei ed extra europei,le discipline olistiche sono inserite in diversi contesti sanitari con ottimi risultati. Vogliamo, altresì, stimolare la ricerca per capire quali siano i punti di forza ma anche i limiti di queste discipline”.Ma quali sono invece gli elementi distintivi dei servizi DSTO? “Il DSTO intende creare enti di formazione olistica di qualità. Offriamo- sottolinea sempre Graziano Scarascia- corsi professionali che seguono  standard formativi finalizzati a specializzare   le figure dell’ operatore olistico con vari indirizzi, quali  ad esempio,naturopati,i armonizzatori familiari e  counselor. La nostra proposta formativa è attestata da un ente di accreditamento ,parte terza, il SIAF, per garantire qualità e serietà uscendo  dall’ambito delle attestazioni autoreferenziali. L’attestazione di qualità data dal SIAF è in linea con la legge numero 4/2013 a tutela del consumatore”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments