IMG_3599

NAPOLI – Il progetto Foof nasce dalla passione per gli animali dell’architetto Vito Luigi Pellegrino,che ha dedicato la sua vita e il suo lavoro al mondo degli amici a quattro zampe e allariqualificazione del territorio in cui vive.Foof si trova a Mondragone (CE), ed è un parco tematico, un rifugio per canirandagi, un allevamento e un museo, interamente dedicato al cane: un immensospazio interattivo con oltre 70.000 mq di verde, che vuole essere il riconoscimento e lacelebrazione della relazione esistente tra l’animale e l’uomo per stravolgere l’idea di canile.

LA STRUTTURA

La struttura architettonica è in linea con i moderni canoni della bioedilizia, si integra nelcontesto rurale e oltre a un valore estetico ha funzioni pratiche. Il consumo di energielettrica è a impatto zero grazie ad un impianto fotovoltaico posizionato sulle cucce ed èpresente anche un impianto di fitodepurazione delle acque reflue, al fine di adoperarle perl’irrigazione degli spazi verdi. Esiste inoltre un’area destinata all’orto per la coltivazione diortaggi e verdure per l’alimentazione dei cani ospiti.Foof è un posto adatto alle famiglie e ai loro caniLuogo ideale per chi vuole rilassarsi col proprio cane o semplicemente fare un picnic in unluogo sicuro e organizzato, Foof dispone di un’area giochi per i bambini e uno spaziocoperto di 2000 mq polifunzionale predisposto per laboratori interattivi che puòtrasformarsi in area picnic coperta.C’è inoltre un’area mobility dove trascorre del tempo col cane in assoluta libertà e con lapossibilità di cimentarsi in esercizi di abilità sugli attrezzi.

SERVIZI E ATTIVITÀ

Foof è un museoIl percorso museale di 400 mq permette di scoprire curiosità sul mondo del cane dadiversi punti di vista, quali l’arte, la moda, il cinema, senza però dimenticare un approccio scientifico e storico.Il museo è infatti composto da più sezioni tematiche, narrate da una serie di reperti,oggetti e documenti raccolti in giro per il mondo che hanno l’obiettivo di guidare il visitatore nella conoscenza del mondo e la storia del rapporto cane-uomo: preistoria eevoluzione, arte, cinema, scienza e anatomia, provenienza e cuccioli, collari, attività ludiche e lavorative, società e costume, pubblicità. Il museo si pone l’obiettivo di sensibilizzare l’uomo sui temi del maltrattamento e dell’abbandono e propone un nuovo modo di interpretare il rapporto uomo-cane. Foof è un allevamento Nello spazio sono ospitate 40 razze di cani riconosciute dagli standard della ENCI (Ente Nazionale Cinofilia Italiana). Gli allevatori del Consorzio Allevamento del Massico e Foof lavorano per fornire ogni comfort ai cuccioli, dalle cucce agli spazi all’aperto, che, accuditi da personale altamente qualificato, vengono sottoposti a frequenti controlli veterinari e nutriti con i migliori cibi. Foof è un rifugio per cani randagi Nato come progetto per riqualificare un rifugio per cani abbandonati, per renderlo ospitale al grande pubblico e favorire l’adozione dei suoi ospiti, Foof non solo dà ricovero ai cani ma trasforma la concezione del canile come spazio malinconico e luogo di malcontento in un’esperienza positiva e piacevole. Offre infatti ampi box e la possibilità di correre nelle aree di sgambamento, nonché di trovare una famiglia adottiva. Per chi non può adottare c’è la possibilità di fare visite a piacimento e portare gli animali a spasso. Foof è educazione Il progetto Foof è un punto di riferimento importante nel panorama scientifico della regione e svolge un ruolo educativo fondamentale, creando un ponte tra il mondo del cane e la scuola. Attraverso le sue attività e le sue esposizioni il museo è partner nell’educazione e nella formazione degli studenti di tutti i livelli scolastici e contribuisce a produrre e diffondere una corretta cultura cinofila. Vengono proposti laboratori, eventi e seminari specialistici per conoscere, comprendere e comunicare da bambino a cane.

 

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments