giornata-della-memoria-gli-eventi-principali-L-3u4xV3

SAN GIORGIO A CREMANO- Il 27 gennaio si celebra il “Giorno della Memoria”, istituito, in Italia, con la legge 211 del 20 luglio 2000. La città di San Giorgio a Cremano ha organizzato un convegno-spettacolo sulla Shoah, il giorno Mercoledì 3 Febbraio 2016. All’interno delle Biblioteca di Villa Bruno, a partire dalle 9.30 e per tutta la mattinata si svolgerà l’evento teatrale diviso in due tranche, alla presenza degli studenti delle classi terze delle scuole secondarie di primo grado del territorio.

Sul palco si esibiranno attori professionisti che ripercorreranno le tappe di una delle peggiori tragedie che ha segnato la storia di tutti i tempi. In particolare, il tema scelto per celebrare la Giornata della Memoria è la storia di Anna Frank, ripercorsa in più atti, attraverso le tappe della vita della ragazza ebrea costretta alla clandestinità per sfuggire alle persecuzioni naziste, ma poi deportata ad Auschwitz nel 1944 e deceduta di tifo l’anno successivo. In città domani saranno affissi manifesti che celebrano la giornata e l’evento in programma per la prossima settimana. In questo modo l’amministrazione guidata dal sindaco Giorgio Zinno, intende coinvolgere nella rievocazione non solo i giovani delle scuole ma tutta la cittadinanza, promuovendo un percorso ampio e partecipato allo scopo di educare alla memoria della Shoah, ovvero dello sterminio del popolo ebraico.”Il 27 gennaio è la data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz – afferma il sindaco Giorgio Zinno – D’accordo con gli assessori Annarita D’Arienzo (Politiche Giovanili) e Michele Carbone ( Istruzione), abbiamo chiesto la collaborazione di realtà culturali del territorio impegnate nella ricerca storica, per riannodare i fili della memoria nella nostra città e creare un circolo virtuoso tra generazioni diverse, raccontando ai più giovani le leggi razziali, la persecuzione dei cittadini ebrei, le terribili storie di deportazione, prigionia e morte. Crediamo in questi eventi e in questo coinvolgimento – conclude il Primo Cittadino – perchè rappresentano un modo per favorire una nuova consapevolezza a partire dagli alunni delle nostre scuole, rendendoli protagonisti di un percorso di conoscenza”.Lo scorso autunno si è anche concluso il progetto “Viaggio nella Memoria”, con la presentazione degli elaborati composti dagli gli studenti di tre scuole superiori del territorio, che hanno visitato Auschwitz e gli altri luoghi simbolo della tragedia. Progetto interamente finanziato dall’Amministrazione comunale.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments