IMG-20170529-WA0011

NAPOLI– Questa mattina , 29 Maggio 2017, gli alunni del liceo Scientifico “G. Galilei” di Napoli se ne sono andati in giro per la città partenopea grazie allo scrittore Paolo di Martino, autore del noir “Invisibile Napoletano” edito da Graus editore, che li ha accompagnati nei luoghi più belli, in un gioco di specchi riflessi fra l’intrico dei vicoli e l’intrico delle emozioni umane; fra la luminosità delle piazze e la leggera e insieme profonda saggezza del motto napoletano.

Dopo il successo di ieri sera alla libreria “Rodaviva” di Cava de’ Tirreni l’autore, napoletano di nascita e fiorentino d’adozione, ha voluto incontrare gli alunni e parlare del suo libro con Raffaele Cecere, Alessia Amendola, Mariella Petrucci e Pietro Graus. La lettura dei brani, affidata a Mario Mazzotti, è stata accompagnata dalle note del pianoforte suonato da Lorenzo Cammarota.Una sala gremita ha ascoltato attentamente la storia del protagonista Marcello Testa, medico scrupoloso e dotato di grande umanità. Paolo di Martino firma un’originale opera prima, un intrigante noir che si snoda fra corsie d’ospedale e piazze e vicoli della città più affascinante del mondo, Napoli. La sapiente costruzione del romanzo affascina il lettore pagina dopo pagina, lasciandogli il piacere del gioco a indovinare, ma non tradendo mai il sorprendente finale. Ci si affeziona facilmente ai personaggi, descritti con accuratezza psicologica affettuosa. Da ogni pagina trapela l’amore di Paolo di Martino per la sua città e per i suoi abitanti, che, fra una sofferenza e l’altra, non dimenticano il motto di spirito che tutto alleggerisce e illumina. Un romanzo in cui il profumo del caffè la fa da padrone, coprendo ed annullando l’odore acre della vendetta.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments