h-pylori

NAPOLI– Allergan plc (NYSE:AGN), società farmaceutica presente a livello mondiale, ha annunciato oggi, in occasione del 22° Congresso Nazionale delle Malattie Digestive (FISMAD, AIGO, SIED, SIGE) in corso a Napoli, che la terapia a base di bismuto subcitrato potassio, metronidazolo e tetraciclina, è ora disponibile in Italia, in associazione con l’omeprazolo, per l’eradicazione dell’ Helicobacter pylori (H. pylori).H. pylori è un batterio a forma di spirale che vive nello stomaco e nel duodeno.

“Si tratta di un’infezione ancora molto frequente nel nostro Paese con una prevalenza intorno al 35% nella regione Campania, se si considerano pazienti che hanno già manifestato sintomi gastrointestinali – afferma il Prof. Marco Romano, Professore Ordinario di Gastroenterologia presso la Seconda Università degli Studi di Napoli – “Ma si stima che il dato sia ben più alto, se si considerano i pazienti asintomatici. Anche per questo motivo, una volta diagnosticata la presenza di H. pylori, l’esperienza e la pratica clinica possono suggerire di estendere l’indagine diagnostica ai familiari ed eventualmente agli operatori sanitari”.In Italia l’infezione da H. pylori ha una prevalenza stimata tra il 30 e il 50% della popolazione adulta. – Circa due terzi della popolazione mondiale sono portatori del batterio, anche se l’infezione di solito non provoca una patologia. La presenza di H. pylori è associata alle malattie dello stomaco e dell’intestino tenue: l’infezione può provocare, infatti, gastrite, ulcere peptiche e causare un aumento del rischio di sviluppare un tumore gastrico e il linfoma MALT (tessuto linfoide associato alle mucose). La World Health Organization stima che il 78% di tutti i casi di tumore gastrico sono attribuibili all’infezione cronica da H. pylori.”Non bisogna dimenticare che l’infezione da H. pylori, sebbene non sia sempre portatrice di patologie organiche, rappresenta comunque un fattore di rischio certo per lo sviluppo di ulcera e, in misura minore, di tumore gastrico – prosegue il Prof. Romano – e che, pertanto, la sua presenza va ricercata anche in pazienti asintomatici che dovessero presentare altri fattori di rischio o familiarità”.La novità terapeutica è una capsula a tripla combinazione fissa che contiene tre sostanze: bismuto subcitrato potassio, metronidazolo e tetraciclina cloridrato che viene assunta in associazione con omeprazolo, prendendo il nome di quadruplice terapia contenente bismuto. Questa terapia a base di bismuto è stata raccomandata dalle linee guida internazionali per il trattamento dell’infezione da H. pylori nelle zone ad alta e bassa resistenza alla claritromicina , e dalle recenti linee guida italiane anche in prima linea nel trattamento dell’Helicobacter Pylori.”Considerando la mancanza di disponibilità del bismuto in Italia, l’arrivo di questa nuova formulazione segna un passo molto importante nel trattamento dell’infezione da Helicobacter Pylori – precisa il Prof. Romano – La capsula a tripla combinazione fissa contenente bismuto, metronidazolo e tetraciclina cloridrato, assunta in associazione con omeprazolo, può essere adottata con successo sia nel trattamento di prima linea sia come terapia alternativa in pazienti che non abbiano risposto ad altri trattamenti. Un dato molto importante se si considera che il nostro Paese registra un’elevata presenza di ceppi batterici resistenti alla claritromicina”.Dal punto di vista della formulazione, un’unica compressa con tre componenti (potassio subcitrato bismuto, metronidazolo e tetraciclina cloridrato, assunti in associazione con omeprazolo) rappresenta una vera novità “comportando per il paziente maggiore semplicità di assunzione e quindi una migliore aderenza al trattamento, rispetto alla terapia quadruplice classica che, oltretutto, è diventata difficile se non impossibile da praticare vista la mancanza di formulazioni a base di bismuto” conclude Romano.L’utilizzo della nuova formulazione terapeutica a base di bismuto, in combinazione con l’omeprazolo, come trattamento per l’eradicazione dell’H. pylori si basa sui dati di uno studio clinico, che ha dimostrato che un trattamento di dieci giorni con bismuto subcitrato potassio, metronidazolo e tetraciclina, più omeprazolo è più efficace di un trattamento di sette giorni con la terapia standard omeprazolo, amoxicillina e claritromicina (OAC) per eradicare il batterio.La nuova formulazione a base di bismuto, più omeprazolo, ha mostrato una percentuale di eradicazione del 93%* in confronto a OAC che presentava una percentuale di eradicazione del 70%†.”Questa è una buona notizia per i pazienti affetti dall’infezione da H. pylori – ha affermato Nicola Di Menna, Amministratore Delegato, Allergan SpA – E’ importante che i medici abbiano a disposizione un trattamento per agire rapidamente e fornire le cure necessarie a questi pazienti. Allergan vuole stabilire una collaborazione a lungo termine con gli specialisti del settore, con l’obiettivo di migliorare sia la qualità delle cure ai pazienti che la pratica clinica.”

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments