Boeing_logo_svg

NAPOLI – Si è svolta questa mattina l’iniziativa “E se lavorassimo nell’aerospazio?”, organizzata da Ateneapoli e dall’Università Federico II nell’Aula Magna “L. Massimilla” di Ingegneria. 

 L’azienda leader mondiale nel settore aerospaziale ha incontrato  studenti e laureati partenopei.  Sono intervenuti  i massimi dirigenti italiani della Boeing, con i manager delle aziende: ALA Corporation,Finmeccanica, Dema, OMPM,Tecnologie Avanzate, GSE, Simav,TESI e Abete che hanno illustrato attività in corso, progetti futuri e prospettive occupazionali. L’Università Federico II, con il Rettore Gaetano Manfredi, ha sottoscritto  per l’occasione un accordo per intensificare attività in collaborazione.”La Regione Campania e la giunta De Luca  – ha dichiarato l’assessore Lepore – puntano sui giovani talenti e sulle capacità innovative delle proprie eccellenze di ricerca e produttive.   Per questa ragione, sono state già approvate concrete misure di politica industriale per l’attrazione di nuovi investimenti e, in particolare,  per la decontribuzione al 100% degli oneri sociali a favore della nuova occupazione nelle imprese e per il credito d’imposta automatico per gli investimenti in Campania. A queste azioni se ne accompagneranno altre per accrescere la convenienza a investire in Campania. A questo proposito,  propongo di avere, con le autorità consolari statunitensi dopo aver incontrato l’agenzia di sviluppo francese “Business France”, un tavolo che accolga le imprese e gli investitori provenienti dagli Stati Uniti,  che già con Boeing e GE Avio hanno mostrato fiducia nella nostra terra e nelle sue competenze. In questo modo, possiamo contribuire a creare una nuova stagione di sviluppo, anche attraverso accordi per l’intervento di capitali esteri in funzione autonoma o in aggiunta a quelli delle imprese nazionali e regionali”. 

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments