resto_al_sud

NAPOLI – Cittadini protagonisti per migliorare la città. È stato questo lo scopo dell’iniziativa meridionalista “Resto al Sud”, organizzata dalla storica emittente radiofonica “Radio Amore”, che si è tenuta presso il locale del centro storico di Napoli “Alter Ego”.

Un esperimento di cittadinanza attiva ed una vera e propria agorà dove sono stati messi a confronto aneddoti, storie ed anche problemi e possibili soluzioni. Il progetto è stato curato dal giornalista Luca Antonio Pepe, in collaborazione con il collega Marco Altore, ed anche con Emilio Caserta, Luca Genovino, Sergio Facchini e Dario Carotenuto. Durante l’evento, nello specifico, si è discusso della nascita del Meridione, analizzandone i primati e i punti di forza, tra aneddoti e racconti poco conosciuti. I relatori hanno catapultato gli ospiti in un viaggio nel tempo, mostrando loro l’aria che si respirava ai tempi della Magna Grecia, passando per il periodo angioino e poi borbonico, sino ai giorni nostri. Il tutto anche per sfatare falsi miti mediatici che attanagliano la nostra terra: rifiuti e “Gomorra”. A tal proposito, dopo una performance della cantante Alessandra Tumolillo, sono intervenuti relatori come lo scrittore Angelo Forgione, il professore Gennaro de Crescenzo ed il giornalista e influencer Lambrenedetto XVI. Nella seconda parte della serata spazio al dibattito con protagonisti i tanti cittadini, tra questi anche studenti stranieri, che si sono confrontati, esponendo problemi, impressioni, progetti e programmi, con esponenti istituzionali come i consiglieri comunali Andrea Santoro (Fdi) e Francesca Menna (M5S) e l’esponente pentastellata regionale Maria Muscarà. A dare la propria adesione all’iniziativa anche il neodeputato del Movimento Cinque Stelle Alessandro Amitrano. Presenti anche tre associazioni che si occupano di progettazione europea e scambi culturali come “Europportunity”, “Aegee” ed “Erasmusland”. <<Siamo soddisfatti per la riuscita dell’evento – dicono gli organizzatori – e ad aprile se ne terrà uno nuovo. L’obiettivo è favorire maggiormente il dialogo tra cittadini ed istituzioni. Vogliamo che siano presentati veri e propri progetti per migliorare la città e che la politica se ne faccia carico per realizzarli. Teniamo a precisare che abbiamo invitato esponenti istituzionali di ogni colore. Ringraziamo i politici che hanno partecipato attivamente e speriamo che al prossimo evento verranno anche gli altri>>. 

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments