NAPOLI – “A differenza degli altri progetti, il progetto Wi-u è caratterizzato da una forte rete sul territorio e vede i ragazzi e gli abitanti del quartiere Sanità partecipi e protagonisti del progetto. Vi siete riappropriati del territorio”, così Renato Sampogna, dirigente della Direzione Politiche per l’infanzia e l’adolescenza, ha introdotto l’incontro con i giovanissimi partecipanti del progetto Wi-u Adolescenti in Arte. La seconda edizione del progetto adolescenti “WI_U Adolescenti in arte” alla Sanità è stato inaugurato oggi alle ore 10,00 presso la Casa dei Cristallini in Via dei Cristallini 10 con la presenza dell’Assessore al Welfare Roberta Gaeta e del Presidente della III Municipalità del Comune di Napoli, Ivo Poggiani.

Per questa edizione,  ragazzi sono stati coinvolti nella realizzazione di un murales in collaborazione con l’Associazione Culturale 400ml e, contemporaneamente, è stato allestito un set fotografico a cura dei ragazzi di Apogeo Records per individuare i volti più significativi degli adolescenti del rione da coinvolgere per un murales nel quartiere che sarà realizzato dallo street artista Jorit Algoch. Questo è uno dei quattro Progetti Adolescenti che vedrà la partecipazione del famoso street artist,

In generale, il progetto WI-U – Adolescenti in Arte si propone di contribuire alla costruzione di processi di sviluppo territoriale della Città di Napoli, attraverso la valorizzazione del protagonismo degli adolescenti residenti nella III Municipalità del Comune di Napoli attraverso le arti visive. Il progetto è realizzato dalla Cooperativa “Il Grillo Parlante Onlus”, in rete con le associazioni “La Casa dei Cristallini”, “Less IS Onlus”, “Pianoterra Onlus”, “Traparentesi Onlus” e “Apogeo Records”; in coprogettazione con il Comune di Napoli, Assessorato alle Politiche Sociali – Servizio Politiche per l’infanzia e l’adolescenza. Il progetto è stato seguito dal tavolo interassessorile per la Street Art istituito nell’ambito del Patto per la creatività urbana adottato dal Comune di Napoli.

Inoltre quest’anno ripartiranno sia le visite guidate di Stella Cinematografica nei luoghi del cinema nel quartiere Sanità sia i laboratori per la realizzazione di una web series che accompagnerà tutto il progetto. “E’ bello vedere che questi ragazzi si stanno appassionando ad apprendere le competenze relative alle professioni richieste per la realizzazione di una produzione cinematografica o alle visite guidate di Stella Cinematografica – commenta raggiante l’assessore Gaeta – se un solo di questi ragazzi dovesse scegliere di seguire questa strada per l’ingresso nel mondo del lavoro, per noi sarà motivo di orgoglio e di gioia”.

“Ciò che caratterizza questo progetto è il coinvolgimento di un numero sempre più ampio di soggetti presenti sul territorio della sanità – spiega Valeria Anatrella presidente de Il Grillo Parlante –  che vogliono intraprendere in modo sinergico azioni di promozione e valorizzazione, sullo sfondo di un modello di società inclusiva. Una rete sempre più unita che non conosce competizione tra enti, ma raccoglie la sfida di essere un punto di riferimento per gli adolescenti e gli abitanti della Sanità”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments