Beatrice_di_Borbone_e_Daniele_Marrama_1

NAPOLI – “Anche se vivo a Parigi, Napoli è la mia città, ed è nel mio cuore. Debbo dire che una visita come questa è proprio commovente perché, in questo Archivio, c’è tutta la storia del nostro Paese e della mia famiglia.

Dunque è una prima visita, non è l’ultima. Tornerò sicuramente.” A dichiararlo è stata S.A.R. la Principessa Beatrice di Borbone delle Due Sicilie che oggi ha visitato Palazzo Ricca, in via dei Tribunali, sede della Fondazione Banco di Napoli e de ilCartastorie | Museo dell’Archivio Storico del Banco di Napoli.Ad accoglierla, il presidente della Fondazione, Daniele Marrama, e il direttore dell’Archivio, Eduardo Nappi, che l’hanno accompagnata lungo il percorso multimediale Kaleidos (realizzato da Stefano Gargiulo – Kaos Produzioni) e attraverso le stanze d’Archivio, nelle quali si è brevemente ripercorsa la storia della famiglia reale racchiusa nelle scritture dell’archivio storico bancario più grande del mondo.Lo stesso Archivio che i Borbone, protagonisti della storia di tutto il Meridione, hanno contribuito fattivamente a “scrivere” e, nel 1819, a portare nell’attuale sede della Fondazione che conserva così oggi gli archivi degli otto banchi pubblici partenopei, uniti prima nel Banco delle Due Sicilie e poi nel Banco di Napoli.La Principessa, sorella di S.A.R. Principe Carlo di Borbone delle Due Sicilie, si trova attualmente nel Sud Italia in occasione di una serie di appuntamenti istituzionali e privati che da sempre dimostrano il vivo interesse della famiglia a partecipare attivamente alla promozione dell’identità storica, artistica e culturale del Mezzogiorno.Durante la visita è stata presentata in anteprima alla Principessa “Scavando tra le carte”, la nuova iniziativa de ilCartastorie sulle antichità ercolanensi, appendice della mostra “Carlo III e le antichità: Napoli Madrid Città del Mexico” del Museo Archeologico di Napoli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments