NAPOLI – Si è rinnovata anche quest’anno la partnership tra l’Accademia Liliana Paduano di Napoli e la Monte-Carlo Fashion Week, manifestazione internazionale di moda ospitata dal principato monegasco sotto l’Alto Patrocinio della Principessa Charlène di Monaco. Una ripartenza online e in presenza in cui non potevano mancare la cerimonia dei Fashion Awards, allestita presso la Salle des Etoiles dello Sporting Monte-Carlo, ed un calendario ricco di eventi digitali come il progetto “A conversation with” ovvero una serie di incontri con protagonisti delle passerelle come Brunello Cucinelli, Sara Sozzani Maino ed i fondatori di Desserto, vincitori del Mcfw Sustainable.

Un connubio felice e di lunga durata, coronato anche quest’anno da un grande successo sia di pubblico che di critica, e che vedrà il suo momento clou nell’attesa asta di beneficenza Amber Lounge, promossa in occasione del Gran Premio di Formula 1 in favore di Caudwell Children, l’ente che si propone di avere un mondo in cui tutti i bambini disabili e le loro famiglie abbiano scelta, opportunità, dignità e comprensione.

Fedeli ad una filosofia aziendale che li vede sempre in prima linea per le cause umanitarie, i dirigenti dell’Accademia Liliana Paduano hanno accolto quindi con piacere l’invito ad essere nuovamente Make up partner ufficiale della Monte-Carlo Fashion Week, al cui interno s’inserisce appunto l’evento benefico, ed hanno quindi selezionato venti delle loro migliori alunne di trucco per un’esperienza che non dimenticheranno.

Già da diversi giorni infatti le ragazze si trovano nella città monegasca dando prova della loro abilità realizzando tutti i make-up delle modelle coinvolte sia nei vari défilé che nei fashion film girati in precedenza e, non da ultimo, nella serata – evento, rispondendo direttamente a Federica Nardoni Spinetti e Rosanna Tricnhese, rispettivamente fondatrice ed art director della Monte-Carlo Fashion Week.

Uno sforzo non da poco per l’università della bellezza partenopea, ad oggi la più grande scuola di estetica del Mezzogiorno, che ha voluto regalare un battesimo del fuoco alle sue migliori truccatrici, supervisionate per l’occasione da due tutor d’eccezione come Rossella Apa, docente dell’Accademia Trucco ed apprezzata truccatrice di moda internazionale, ed Anna Ferrara, a sua volta docente della Scuola di Estetica.

Soddisfatta Rosanna Trinchese, art director della MCFW: “Queste ragazze oltre ad essere molto brave tecnicamente sanno sempre come muoversi, sono delle professioniste complete nonostante la giovane età e questo ha agevolato il nostro lavoro”.

Del resto, spiega il CEO dell’Accademia Carlo Matthey, “l’Accademia Liliana Paduano punta a formare delle professioniste complete: il nostro compito non è solo quello di fornire nozioni ma anche di accompagnarle nei primi passi nel mondo del lavoro. Siamo sempre a disposizione anche dopo il diploma, perché pensiamo che la nostra non debba essere solo una scuola ma un Hub della creatività estetica, un luogo d’incontro e confronto”.

Obiettivo raggiunto visto che, come ha aggiunto Federica Nardoni Spinetti, “queste ragazze hanno dimostrato di saper sempre esaudire tutti i nostri desideri in fatti di trucco”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments