Progetto spesa

NAPOLI (di Fosca Tortorelli) – Progetto Spesa è un modo nuovo e innovativo di fare la spesa, nasce cinque anni fa da una idea di Giacinto Martone giovane ingegnere appassionato di natura e di enogastronomia, con il desiderio di poter offrire un prodotto/servizio soddisfacente per il cliente.

Ha iniziato a cooperare con giovani coltivatori attratti da questo nuovo progetto e a produrre verdure ed ortaggi che oggi rientrano nel paniere da poter offrire ai clienti. Nasce così questo piccolo mercato virtuale di vendita diretta di prodotti, che vogliono essere rispettosi dell’ambiente e garantire una vita qualitativamente elevata.

Un’attenzione particolare viene anche dal packaging, infatti la spesa viene consegnata comodamente a casa in una scatola di cartone riciclata, e il tutto è contenuto in sacchetti di carta per alimenti. Le scatole viaggiano su furgoni frigo alimentati ad una temperatura tra 0 e +4°, come prescritto dalle norme di legge.

Creare fiducia nel cliente e accorciare la catena distributiva, è tra gli obiettivi prioritari del progetto di Giacinto Martone, oltre al fatto di favorire l’economia locale. Il cliente viene coinvolto in modo diretto e attivo, interloquendo in modo costruttivo con chi produce e creando un rapporto umano vero e proprio.

L’arrivo del Natale può essere l’occasione giusta per conoscere da vicino la bottega virtuale di Giacinto Martone, che si sta preparando nel migliore dei modi per celebrare questa festività, inserendo tante idee da usare come strenne natalizie. Arrivano i panettoni artigianali di Giuseppe Mascolo, pasticcere di Visciano, un piccolo paese del nolano, proposti in tanti gusti, da quello tradizionale alle varianti arancia e cioccolato, solo cioccolato, caffè e cioccolato e come ulteriore novità il Panettone con impasto al cioccolato al latte con arancia candita e cioccolato fondente. Ulteriore novità è Giglio” la pasta artigianale nata in collaborazione con un piccolo pastificio in provincia di Benevento, essiccata lentamente e prodotta con sistemi tradizionali, trafilata al bronzo e infine non possono mancare le conserve di pomodoro “Dunnè”, un incrocio tra San Marzano e Datterino.

Una ventina di produttori locali campani coinvolti, che spaziano dal beneventano all’avellinese, dal casertano al salernitano, con 250 prodotti tra freschi e secchi da poter visionare sulla pagina www.progettospesa.com.

Va però detto che non parliamo di un e-commerce, il cliente può guardare, scegliere e prenotare ma non pagare, ovverosia la transazione avviene sempre dal vivo, proprio perché si vuole instaurare con il cliente un rapporto vero, come se si stesse comprando nel negozio sotto casa.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments