NAPOLI – Pasquetta negata a cittadini e viaggiatori, difficoltà per la fruizione di spazi e luoghi culturali pubblici e mobilità sospesa nel giorno di Pasqua. Cosi non va bene – la denuncia dell’Abbac e di Guestitaly l’aps del turismo e cultura sostenibile, con le dichiarazioni del presidente Agostino Ingenito: Non è possibile che si chiudano i parchi pubblici proprio nel giorno di Pasquetta. Il Comune di Napoli con l’amministrazione del Museo di Capodimonte trovi una soluzione per garantire l’accesso libero a tanti cittadini e turisti. E soprattutto per quanti non potranno permettersi di un’uscita fuori porta. Si chieda un intervento interforze per la sorveglianza, già predisposta dalla Questura per questo periodo festivo cosi da risolvere eventuali abusi ma è assolutamente importante che le aree pubbliche siano aperte. L’associazione rivolge un appello anche alle per la mobilità. Va trovato un accordo sindacale anche al fotofinish per consentire che vi siano corse tutto il giorno di Pasqua e non ridotte fino alle 14 per collegare Napoli con Sorrento e con le altre destinazioni, e con la beffa anche del servizio bus totalmente sospeso. Come per le linee della metropolitana e della funicolare. E’ una beffa verso questo turismo che si sta muovendo in questo periodo verso il nostro territorio. Anche a Salerno ed aree interne il servizio BusItalia è sospeso e Sita solo in modalità festiva. Non va meglio nel Sannio, Irpinia e Cilento, irrangiungibili per molti nel giorno di Pasqua. “Faccio appello al buon senso ai sindacati dei lavoratori e alle amministrazioni delle aziende di trasporto perchè insieme trovino formule che garantiscano una mobilità possibile. I nostri ospiti e turisti non comprendono questo stop” – dichiara Agostino Ingenito

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments