NAPOLI (di A.C.) – Sabato 18 settembre si è svolto a Napoli in Piazza San Giovanni il Parking Day. La manifestazione è stata promossa da Greenpeace di Napoli assieme a CleaNap, Art33, NapoliPedala, Let’s do it Italy e ricade nell’ambito della Settimana Europea per la Mobilità Sostenibile e il World Cleanup Day 2021.

Piazza San Giovanni si trova lungo l’arteria stradale principale del quartiere di San Giovanni a Teduccio. Questo quartiere di Napoli ha pochissimi spazi pubblici aperti, ed alle spalle di Piazza San Giovanni c’è un parcheggio per le auto di proprietà delle FFSS quasi inutilizzato.

Il progetto PARK (ing) Day nasce nel 2005 quando il gruppo Rebar, collettivo di arte e design di San Francisco, in una zona di quella città scarsamente servita da spazi pubblici all’aperto, convertì un singolo posteggio auto a pagamento in un piccolo parco pubblico temporaneo.

Abbiamo incontrato ed intervistato in particolare Francesca Zazzera (coordinatrice) e Giorgio Peperra (comunicazione) di Greenpeace Napoli, e Maria Rosaria Teatro, presidente di ART33.

Francesca ci ha spiegato che le associazioni presenti hanno voluto portare tematiche per sensibilizzare la popolazione del quartiere all’uso ed alla cura degli spazi aperti con l’uso di una mobilità, anche individuale, non inquinante usando biciclette ed e-bikes.

Maria Rosaria ci spiega che ART33 è una realtà del quartiere di San Giovanni impegnata per promuovere Arte e Cultura. Il cambiamento dei luoghi può passare infatti attraverso il cambiamento delle persone. Le loro attività spaziano dai libri per i bambini ad una compagnia teatrale, che sono cose per far migliorare le persone facendole incontrare.

Il messaggio che ne ricaviamo è quello di ripensare anche in questa città l’uso degli spazi, in modo che ogni quartiere abbia piazze e spazi aperti, con le periferie che diventano centro piuttosto che avere un centro localizzato in uno o due aree cittadine.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments