“Premio Testimonianza”, l’impegno civile messaggio concreto per la pace e la solidarietà

L’ideatore Pasquale Antonio Riccio ha consegnato i riconoscimenti al soprano Carmen Giannattasio, i giornalisti Gianfranco Coppola e Gennaro Sangiuliano, Angela Procaccini, Vincenzo Staiano “il pizzaiolo del Papa”, Fabrizio Luongo, Valentina De Giovanni, Guido Bourelly, Paolo Vassallo, Giulio Carfora e al Forum dei giovani di Olevano sul Tusciano.

“Attraverso l’impegno civile mandiamo un messaggio di pace e solidarietà in questo difficile momento che ci vede tutti coinvolti.

A maggior ragione quest’anno era importante premiare le donne e gli uomini che rendono migliore la nostra società con la loro azione quotidiana”.

Lo ha dichiarato Pasquale Antonio Riccio, presidente dell’associazione Progetto Alfa, e ideatore del Premio che si è svolto nella Sacrestia del Vasari della chiesa di Sant’Anna dei Lombardi che è stato aperto dal sindaco di Napoli Gaetano Manfredi.

“Una giornata dedicata ai volontari e a chi alimenta col proprio operato la speranza. Ed è proprio l’impegno in tutti i campi che caratterizza l’azione dei premiati che anche quest’anno sono numerosi e hanno saputo distinguersi per il bene della comunità”, commenta Pasquale Antonio Riccio che ha condotto la cerimonia insieme a Katia Tulipano, membro del comitato scientifico presieduto dall’avvocato Gennaro Famiglietti e composto inoltre da Annamaria Colao e da Gianmaria Ferrazzano che, a sorpresa, ha ricevuto un riconoscimento speciale, anche questo come gli altri realizzato dallo scultore Felice Spera.

“Tante le donne e gli uomini che negli anni hanno ricevuto il riconoscimento per il loro impegno civico nella società. Volontari, cittadini comuni, scienziati, forze dell’ordine, giornalisti. Persone che quotidianamente svolgono il loro lavoro con responsabilità ed in nome di valori positivi.

Il premio, giunto alla quinta edizione, viene consegnato a chi quotidianamente testimonia che la speranza, il rispetto delle persone, la formazione delle giovani generazioni e l’aiuto dei più deboli non sono semplici parole, ma azioni concrete”, dichiara il presidente Pasquale Antonio Riccio che ha accolto anche alcuni premiati dello scorso anno come Bianca Iengo, responsabile diocesana della Farmacia solidale che ha sede nel cuore della Sanità.

Il premio può godere dei patrocini di Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Consiglio Regionale della Campania, Comune di Napoli, Arcidiocesi di Napoli, Consiglio Nazionale Giovani e dell’Accademia Universitaria degli Studi Giuridici Europei.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments