PRAIANO – Lo ha dichiarato Giovannino Di Martino, sindaco di Praiano, commentando il grande successo delle Luminaria 2019 ottenuto anche nella serata di ieri. È boom di presenze con alberghi pieni e posti esauriti. Boom di turisti stranieri, provenienti anche da Australia e Canada, e numerose le riviste internazionali che hanno dedicato spazio alle Luminaria 2019. Alle 21 e 30 di ieri, 3 Agosto, I Ragazzi di Praiano hanno acceso più di 3.000 lumini mentre si spegnevano le luci nel borgo.

L’inizio è stato dato dalle campane della Chiesa in Piazza San Gennaro. Grandissima la partecipazione di pubblico allo spettacolo eseguito, in esclusiva assoluta, dalla Compagnia francese “Le Salamandre” con tamburi di fuoco. Questa mattina il concerto all’alba sul piazzale del Convento di San Domenico a 650 metri sul livello del mare. Questa sera, 4 Agosto, il gran finale con i fuochi che danzeranno sulle note dell’Orchestra Nuova Scarlatti di Napoli.

Dunque dall’1 al 3 sera, a Praiano, il suono delle campane del Convento di Santa Maria a Castro e della Chiesa di San Gennaro, ha dato il via alla commuovente accensione dei lumini con la bella coreografia, curata dai “Ragazzi della Luminaria“, lungo il decoro del pavimento maiolicato della piazza. Da qui è stato possibile ammirare la suggestiva illuminazione del complesso monumentale della chiesa e del convento di Santa Maria a Castro/ San Domenico.

Anche ieri sera, le mappature architetturali proiettate sulle pareti della chiesa di San Gennaro, hanno condotto i visitatori in un viaggio virtuale fantastico dove le fiamme, il fuoco e i colori sono stati i protagonisti principali. Durante le tre serate la “Compagnie La SALAMANDRE” si è esibita in performances di fiamme, acrobazie e fuoco nello scenario della Costiera.

Percorsi in vicoli illuminati solo da candele e sullo sfondo il panorama offerto dalla Costiera. Tutto con il fuoco! Trampoli, spade fiammeggianti e anche rievocazioni di battaglie. Poi, nel cuore della notte, favole, candele, luci, storie.

https://www.youtube.com/watch?v=Ex11d3ybZyI

Lo spettacolo si è avvalso della speciale collaborazione artistica degli eroi della Luminaria di San Domenico, i Ragazzi della Luminaria. Anche il trekking notturno. La Costiera ha sentieri meravigliosi.

Gli escursionisti, accompagnati dalle Guide Ambientali Escursionistiche dell’Aigae, sono partiti al tramonto da Agerola. Attraverso il Sentiero degli Dèi all’imbrunire, hanno raggiunto Praiano passando sulla terrazza del Convento di San Domenico, luogo unico in tutta la Costa d’Amalfi, antico sito di culto ora culla di arte e paesaggio, per poi proseguire in discesa e raggiungere il centro del paese per ammirare le Luminaria di Praiano.

È una tradizione risalente al ‘600 in onore di San Domenico. Si tratta di una tradizione antica iniziata nel 1606, quando in paese, a Praiano, giunsero i monaci domenicani dal rione napoletano della Sanità.

Nei secoli passati tutti i cittadini conservavano durante l’anno i rami secchi, i tralci di vite, di alberi e arbusti realizzando le “fascine”, che poi bruciavano nei propri giardini i giorni antecedenti il 4 Agosto, Festa di San Domenico, in onore al frate Domenicano, venerato nel convento di Santa Maria a Castro.

Ancora oggi i cittadini partecipano alla suggestiva manifestazione adornando le terrazze, le finestre, le stradine e le cupole delle abitazioni con lumini, candele e fiaccole. L’elemento fuoco è il protagonista assoluto.

La grande storia di questa tradizione tra le più antiche e spettacolari in Italia:

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami