POMIGLIANO D’ARCO – Focalizzarsi sulla prossimità, essere turisti della propria città, fare acquisti a Km 0. Questi i presupposti del Think Local Day o Giornata Nazionale della Prossimità Locale. L’iniziativa, alla sua prima manifestazione, si terrà sabato 23 ottobre in tante città italiane. Think Local Day è il giorno in cui in tutta Italia si festeggia il valore di quello che ci circonda, il proprio quartiere, la propria città, la dimensione reale che ogni giorno ci accoglie. Anche la Città di Pomigliano D’Arco aderisce all’iniziativa grazie al contributo dell’assessorato al commercio e alla collaborazione di Confcommercio Campania e Confcommercio Pomigliano d’Arco.

«Come amministrazione comunale abbiamo deciso di sposare il progetto per la molteplicità dei suoi aspetti – racconta Domenico La Gatta, assessore al commercio del Comune di Pomigliano – come incubatore di un pensiero civico che attrae il dato economico, sociale, culturale, ambientale».

Fare acquisti sotto casa non significa soltanto tendere una mano alle attività commerciali già provate dalla globalizzazione, dall’uso smodato della tecnologia e dal consequenziale cambiamento degli stili di vita, che la pandemia ha ulteriormente acuito. Focalizzarsi sulla prossimità significa incasellarsi su un pensiero alto, evitare l’impatto ambientale della merce che viaggia, significa andare alla scoperta del proprio territorio, riappropriarsi degli spazi comuni. Tante le iniziative messe in campo, per una giornata ricca di eventi.
Dalle 18 alle 21 in Piazza Leone e via Ercole Cantone a Pomigliano sarà possibile assistere alle esibizioni di artisti di strada, vignettisti, corner musicali ed esposizioni di prodotti tipici locali. Dalle 21 alle 24, in diverse attività ristorative della città si potranno degustare piatti a Km 0 e piatti a tema locale, a un prezzo convenzionato. Sempre nel corso della giornata sarà aperta al pubblico la mostra fotografica nella Sala delle Capriate alla Feltrinelli Point, che ha come tema la raffigurazione di botteghe e attività commerciali del tessuto cittadino. Questi scatti, realizzati da fotografi professionisti di Pomigliano, diventeranno poi cartoline da distribuire e quadri per l’allestimento delle vetrine artistiche a Natale. Non solo. Nei giorni precedenti al Think Local è stato indetto un concorso online per foto-amatori, Racconta Pomigliano.

«Pensiamo alla giornata della prossimità come una start up istituzionale – prosegue Domenico la Gatta- l’inizio di un percorso da fare insieme ai nostri commercianti per definire le nuove linee guida del commercio 2.0».

Tra le varie iniziative messe in campo da Confcommercio ci sarà anche un corso di formazione gratuito, sotto forma di webinar, per consentire la necessaria digitalizzazione delle attività commerciali. Think local day nasce dalla riflessione e dal progetto di un gruppo di cittadini, riuniti nell’associazione eroiNORMALI, che vedono la necessità di rivolgere la dovuta attenzione verso tutto ciò che è locale, per affrontare in maniera consapevole l’avanzata di una dimensione digitale e globale.

«Durante la pandemia – spiega Massimiliano Molese, presidente dell’associazione – ho pensato al gesto eroico della normalità. Come scattare una foto fuori al negozio dove si è appena acquistato qualcosa e postarla sui social, diventando così rappresentate del proprio quartiere, amico del proprio commerciante».

Da una progettualità specifica nasce prima il Think Local scuola, con un progetto pilota partito da Verona per poi diffondersi in varie città d’Italia, e poi l’idea di sensibilizzare la collettività attraverso una giornata nazionale dedicata.

Perché come ribadisce sempre Ciro Esposito, presidente Confcommercio Pomigliano: «mettendo insieme le forze, facendo squadra si vince!»

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments