NAPOLI – “Testimoniare le atrocità della guerra e le ripercussioni violente e sanguinarie che si ripercuotono sulla popolazione civile inerme è uno dei compiti più difficili e pericolosi affidati alla stampa.

Dal conflitto militare in Ucraina arriva quotidianamente la narrazione di questo orrore grazie anche all’impegno dei colleghi Marco Nicois (Napoli) e Fausto Romano Maniglia (Buonabitacolo) che stanno onorando la professione.

A loro va il nostro ringraziamento nell’attesa di riabbracciarli al più presto”.

Lo ha detto Domenico Falco, presidente del Corecom Campania commentando il lavoro svolto dai giornalisti impegnati a informare su ciò che sta accadendo al centro dell’Europa.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments