NAPOLI – Stamattina la carovana di “Mask To Ride” è sbarcata alle 7 al porto di Napoli. Dopo un buon caffè e una sfogliatella, in tipico stile Napoletano, in piazza Plebiscito, la carovana si è recata a visitare i bambini del presidio ospedaliero Pausilipon.

La prima tappa di oggi è stata infatti dedicata ai più piccoli. Un festoso comitato di accoglienza ci ha ricevuto all’ospedale che affaccia sul mare. Sono state donate 3000 mascherine e a sorpresa è arrivato da Taormina anche il dottore Enrico Iannace dall’ospedale “Bambino Gesù” di Roma, per portare al presidio di Taormina una dotazione di mascherine donate da Mask to ride.

Tra le donazioni una particolare menzione merita la mascherina dotata di una finestra trasparente davanti alla bocca, che permette alle persone con disabilità uditive di poter leggere il labiale. Una donazione quest’ultima che è stata particolarmente apprezzata dalla dottoressa Flavia Matrisciano, direttrice della fondazione “Santobono Pausilipon” che ha commentato: “Ringrazio Mask to ride per l’iniziativa di solidarietà per i bambini di tutto il territorio nazionale, in un progetto che unisce il divertimento ad un alto senso di etica. È stato bello ritrovarsi e speriamo di rivederci quanto prima”.

Un ringraziamento speciale va anche a Emilia Fiorello dell’Amdos, Associazione meridionale donne operate al seno, che insieme ad Amos ha organizzato una raccolta fondi per acquistare attrezzature elettroniche per il reparto oncologico pediatrico del Pausilipon: 26.240 gli euro complessivamente raccolti e donati alla fondazione “Santobono Pausilipon”.

Terminata la consegna delle mascherine è arrivato il momento speciale, con tutti i bambini dell’ospedale affacciati alle finestre ad osservare il piccolo spettacolo proposto, come sempre in questo tour, da Alvaro Dal Farra sulla moto da cross e Mattia Cattapan sul suo tri-ride elettrico.

Hanno saltato sulla rampa, impennato e “dato gas”, con i bambini che li salutavano e mandavano baci attraverso i vetri dell’ospedale, sorridenti e allegri come poche altre volte. Dopo mesi di solitudine oggi è stata sicuramente una domenica diversa che difficilmente verrà dimenticata.

Sono state donate le mascherine perché per ricominciare oggi è necessario l’uso di questo dispositivo. Motivo per cui Alvaro Dal Farra, campione internazionale di Freestyle Motocross fondatore del team di freestyle motocross Daboot, insieme a Mattia Cattapan, atleta disabile fondatore di Crossabili e a Nicola Barchet di Giesse Risarcimento Danni sono in viaggio. L’iniziativa è stata resa possibile grazie all’importante contributo di Giesse Risarcimento danni, da sempre attenta alle tematiche sociali, in particolar modo a sostegno di persone con disabilità. «Quest’anno festeggiamo, oltre ai nostri 25 anni di attività, il grande traguardo dei 50.000 danni risarciti a tutela di qualsiasi cittadino che si ritrova purtroppo coinvolto in un incidente grave e non sa come ottenere giustizia – spiega Nicola Barchet, presidente di Giesse – Per questo abbiamo voluto acquistare altrettante mascherine e portarle in dono a chi, in questo momento di ripartenza, rischia altrimenti di rimanere a volte “dimenticato”».

Terminata la “consegna del mattino” Mask To ride è di nuovo in viaggio: prossima tappa Ariano Irpino, nel lungo viaggio di ri-collegamento dell’Italia attraverso l’uso consapevole della mascherina.

Dalle Dolomiti alla Sicilia, e ancora verso Napoli per giungere in Puglia, attraverso questo meraviglioso paese che è l’Italia, che vuole ritornare a sorridere anche dietro a una mascherina.

Il tour MASK TO RIDE ad oggi ha già percorso 2142 Km.

MASK TO RIDE, ha come scopo principale proprio quello di portare in dono alle persone più fragili, che hanno subìto un abbandono pesante durante l’emergenza Covid19, le mascherine che servono per vivere serenamente questa fase due.

Ripartire da loro. Ripartire dalle periferie. Ripartire portando un sorriso a chi un sorriso raramente ha qualcuno a cui regalarlo. Ripartire dai dimenticati, sapendo bene che il successo con cui atleti come Alvaro e Mattia sono conosciuti non è tale se non è colmo di attenzione verso chi non ha avuto le stesse opportunità e solidarietà sincera.

Mask to ride è un viaggio a tappe attraverso l’Italia, che coinvolge 8 Regioni e consegna 50.000 mascherine certificate anche per ragazzi con disabilità. L’idea è nata dalla collaborazione tra i bellunesi Nicola Barchet di Giesse Risarcimento danni, Alvaro Dal Farra del team di freestyle motocross DaBoot e Mattia Cattapan fondatore di Crossabili, e ha come testimonial il campione paralimpico Oscar De Pellegrin.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments