san-paolo

NAPOLI – “Il blocco delle operazioni programmate al San Paolo è una delle conseguenze del lungo commissariamento della sanità e dell’enorme deficit accumulato nel corso degli anni, ma ci sono la volontà e la possibilità di intervenire immediatamente per rimettere a posto le cose, senza creare eccessivi disagi ai cittadini ai quali dobbiamo comunque garantire un’assistenza sanitaria adeguata”.

Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione sanità, complimentandosi con il direttore generale dell’Asl Napoli1, Mario Forlenza, “per aver rimosso le cause del blocco, accelerando le procedure che erano già in corso per l’assunzione di 15 anestesisti inseriti nella graduatoria degli idonei della Federico II”.

“Stando a quanto garantito da Forlenza, tutte le procedure dovrebbero concludersi al massimo entro la metà del mese di marzo e, quindi, il provvedimento di sospensione degli interventi di elezioni deciso dal Direttore sanitario del San Paolo, a causa della carenza di anestesisti, potrebbe essere revocato nei prossimi giorni” ha aggiunto Borrelli sottolineando che “è prevista l’assunzione di ulteriori 20 anestesisti e quindi il concorso in essere continuerà”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments