NAPOLI – La Campania è la regione italiana in cui si registrano più casi di epatite C. È questo il preoccupante dato emerso durante il convegno “L’epatologia nel III millennio” svoltosi a Napoli e promosso dal Dipartimento di Medicina Interna e dal Centro di Epatologia dell’ospedale evangelico Villa Betania, sito nel quartiere di Ponticelli.

Se ogni anno, in Italia, a causa del virus dell’epatite C muoiono circa 500mila persone, la Campania è la regione che fa registrare il maggior numero di persone contagiate dal virus Hcv (quello che causa la malattia), con un media annuale del 12%, mentre la media nazionale si attesta intorno al 3%.”Considerate queste premesse fa riflettere il fatto che i nuovi, efficacissimi farmaci per la cura dell’epatite C siano, al momento, attribuibili esclusivamente ai pazienti con malattia epatica avanzata: in tal modo si curano i malati più gravi ma non ci si preoccupa di eliminare gli untori” ha spiegato il professore Ernesto Claar, relatore del convegno. “Le patologie epatiche più comuni della gravidanza sono state affrontate dai diversi specialisti con l’obiettivo di elaborare un protocollo gestionale efficace, condiviso e sostenibile, atto a minimizzare i rischi per la mamma e per il bambino” ha invece spiegato Francesco Messina, responsabile scientifico della Fondazione Betania.

{youtube}vqXxO_4VXgw{/youtube}

 

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments