NAPOLI – Sono tanti i medici, i volontari e il personale della protezione civile che da settimane sono impegnati in Ucraina e lungo il suo confine per aiutare civili e feriti.
All’Accademia Aeronautica di Pozzuoli si è svolta la convention dalla IDMA – International Disaster Medicine Association.

Un’evento di grande importanza che ha analizzato la gestione dei pazienti politraumatizzati in caso di disastri naturali o in territori di guerra per sviluppare una visione comune tra militari e civili impegnati in ambienti ostili.

Il Presidente di IDMA organizzatore del Convegno Consigliere Scientifico della Marina Militare Italiana ed Responsabile della Start Up del Trauma Center dell’Ospedale del Mare il Prof. Giuseppe Noschese, spiega.

Il concetto di Cooperazione Civile Militare nel supporto medico rappresenta il ‘core business’ di IDMA.

La Cooperazione tra militari e civili è ormai diventata una priorità e l’attuale situazione in Ucraina, dove distruzione, feriti morti sono all’ordine del giorno ne dà ampia dimostrazione.

Così Mariano Fortunato Armellino ordinario di Chirurgia generale del nosocomio Ospedale del Mare di Ponticelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments