NAPOLI – «Sono felice che Napoli e la Campania abbiano risposto con cuore all’emergenza legata alla carenza di sangue di queste ultime settimane. Ora però non dobbiamo fermarci, è importante continuare con le donazioni affinché il Covid-19 non diventi anche emergenza per quanti hanno bisogno di sangue per poter sopravvivere». Così Giuseppe Longo, direttore generale del Cardarelli, ringrazia quanti in questi ultimi giorni hanno accolto l’appello dell’Istituzioni affinché le donazioni non cessino. Tra i timori dei donatori anche e soprattutto la possibilità di essere contagiati. Ecco perché Giuseppe Russo, direttore sanitario del Cardarelli, spiega che «per donare il sangue esiste un apposito ingresso e un percorso che in nessun caso entra in contatto con ambenti ospedalieri di degenza o accessibili ad altri pazienti. Rispettare tutte le prescrizioni richieste dal Governo e dal buon senso è d’obbligo, ma donare il sangue – conclude Russo – non ci espone ad un maggio rischio di contagio».

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments