NAPOLI – Grande affluenza di donatori di sangue nella mattinata del 13 gennaio al Cardarelli dopo l’appello e l’invito del Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, che ha egli stesso donato il sangue, e del conduttore radiofonico Gianni Simioli per contrastare la carenza di sangue nelle emoteche delle strutture sanitarie campane a causa del calo drastico di donazioni dovuto alla pandemia.

“Io sono un donatore abituale ed oggi sono venuto qui per lanciare un appello a donare, c’è bisogno di sangue. Se si vuole guardare la cosa anche in maniera egoistica c’è da dire che chi effettua una donazione di sangue riceve un ckeck-up completo del sangue, sono analisi che normalmente dovrebbe pagare.”- dichiara il Consigliere Borrelli

“Donare il sangue può salvare la vita delle persone ed inoltre consente il normale svolgimento degli interventi sanitari, solo una piccola percentuale del sangue che abbiamo in Campania proviene da donatori del nostro territorio, c’è da riflettere. Bisogna donare, fatelo tutti, chi può, facciamo questo atto d’amore verso il prossimo. Per incentivare le donazioni proponiamo l’inserimento dei donatori tra le categorie prioritarie per il vaccino anti-covid. ”-prosegue Borrelli insieme a Gianni Simioli.

“Il piano sanitario nazionale prevede che i donatori di sangue siano tra quelle categorie inserite nella lista di priorità per quanto riguarda il vaccino anti-influenzale, e quindi si potrebbe benissimo traslare questa situazione per il vaccino contro il covid. I donatori, assieme alla categorie degli operatori sanitari, sono tra quelle persone ritenute strategiche ed essenziali per la salute pubblica.”-spiega il dott. Vacca, responsabile del centro trasfusionale del cardarelli, che è anche intervento in diretta telefonica a La Radiazza.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments