fibrosi_polmonare

NAPOLI – La Fibrosi Polmonare Idiopatica (IPF) è una malattia rara, poco conosciuta e riconosciuta, trattata in ritardo in un caso su due. In Italia si registrano 16 casi ogni 100.000 abitanti. Diagnosi precoce e trattamento tempestivo sono fondamentali per una prognosi migliore.

 

Aumentare la consapevolezza, la condivisione di informazioni sulla patologia tra i medici e superare le difficoltà di arrivare a una diagnosi anticipata: sono gli obiettivi di “PerFECT” innovativo progetto, promosso da Roche e adottato dall’Azienda Ospedaliera dei Colli–Monaldi di Napoli, a supporto dei medici specialisti coinvolti nella gestione della patologia e nella presa in carico del paziente.

«Il nostro è un centro di riferimento dotato di un importante ambulatorio dedicato alle interstiziopatie polmonari come la Fibrosi Polmonare Idiopatica, dove vediamo un gran numero di pazienti affetti da queste patologie molto complesse», afferma Alessandro Sanduzzi, Pneumologo all’Università Federico II di Napoli, Direttore U.O.C. di Malattie respiratorie e della Scuola di Specializzazione presso la A.O. dei Colli-Monaldi. «Con il progetto “PerFECT” promosso da Roche si è creato un sistema di Hub&Spoke grazie al quale nella nostra struttura afferiscono come Spoke non solo dalla Campania ma anche dalla Basilicata e dalla Calabria moltissimi dati clinici, radiografici e di imaging inviati dai medici meno esperti che vedono pochi casi e per questo chiedono per i loro pazienti un supporto diagnostico per avere un secondo parere».

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments