NAPOLI – «Sempre più ci accorgiamo che c’è un prima e un dopo lockdown, e che ora problemi come l’uso di droghe e alcol da parte dei giovanissimi si sono addirittura acuiti. Forse per una risposta emotiva alle chiusure e certamente per la mancanza di una cultura della prevenzione, i rischi per la salute generati dalla Pandemia, anche come effetti indiretti, sono aumentati moltissimo». A lanciare l’allarme sono i medici di medicina generale della FIMMG Napoli, per voce di Corrado Calamaro e Luigi Sparano, tra i medici che dal 30 settembre al 2 ottobre saranno in prima linea per le “Giornate napoletane della salute, prevenzione e benessere” approvate dalla Giunta Comunale e fortemente volute dall’Assessore alla Salute e al Verde Vincenzo Santagada. «L’uso di alcolici viene spesso associato all’uso di droghe – dice Sparano -. Nei nostri studi notiamo sempre più spesso patologie che ci dicono molto sui comportamenti che sono nascosti alle famiglie». I medici di famiglia della FIMMG Napoli saranno in piazza del Plebiscito per trasmettere ai cittadini informazioni utili a favorire la promozione della salute attraverso le campagne vaccinali, le campagne di screening, la prevenzione primaria e l’adozione di stili di vita e comportamenti sani. Comportamenti mirati insomma a contrastare l’insorgenza delle malattie cardiovascolari provocate dall’obesità e la prevenzione delle patologie dell’apparato respiratorio e influenzate dal tabagismo. «Una grande attenzione – spiega il dottor Corrado Calamaro – la dedicheremo ai giovanissimi, per cercare di far capire loro quanto siano pericolose le esagerazioni dei week end, con l’uso di droghe e alcol». Presso gli stand della Fimmg, sarà possibile praticare gratuitamente anche esami elettrocardiografici, misurare la pressione e i parametri ponderali.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments