MATTARELLA

ARIANO IRPINO – Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è intervenuto alla giornata inaugurale della decima edizione del Meeting “Le due culture” sul tema “Cosmologia. L’uomo eterno Ulisse nell’infinità dei mondi”, che si è tenuta presso il Centro di Ricerche Genetiche Biogem di Ariano Irpino (AV).

Dopo l’introduzione del Presidente di Biogem, Ortensio Zecchino e i saluti del Sindaco di Ariano Irpino, Domenico Gambacorta e del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, sono intervenuti Remo Bodei, professore dell’University of California di Los Angeles e Vincenzo Barone, Direttore della Scuola Normale Superiore di Pisa.

La cerimonia si è conclusa con l’intervento del Presidente Mattarella.

Nell’occasione è stato firmato un protocollo d’intesa tra la Biogem e la Scuola Normale Superiore di Pisa.

“Nei confronti della scienza non possiamo esprimere indifferenza, né diffidenza verso le sue affermazioni e i suoi risultati”.

Parole accolte dall’applauso della platea, nel giorno in cui la questione vaccini è al centro del dibattito politico nazionale.

Mattarella si è soffermato sull’esigenza di “saper distinguere il vero dal falso”, e sul valore per il Paese della ricerca scientifica, “che le nostre università conducono con serietà e rigore”.

Da Mattarella infine un richiamo “ai numerosi segni di iniziativa, di ripresa che i giovani del nostro Sud colgono come un’occasione”.

Rispondendo al sindaco di Ariano Irpino Domenico Gambacorta che ha ricordato come dall’Irpinia ogni anno emigrino 2000 persone, Mattarella ha detto che le iniziative di ripresa rappresentano “un segnale incoraggiante, un segno che va accompagnato, sorretto”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments