NOLA – Tecnologia e medicina estetica. Nel cuore del distretto innovativo della città di Nola è stato inaugurato il primo centro di medicina estetica Aureal, brand di punta innovativo nel settore beauty medicale della startup Be You. I founder sono i nolani Francesco Caliendo, esperto di pianificazione e marketing aziendale di lungo periodo e precedentemente AD di Optima Italia spa e Daniele Volpe, founder, investor e AD di realtà imprenditoriali di riferimento nei servizi di intermediazione e in outsoursing in Italia e all’estero, tra cui Humable nel settore della robotica. Quella di Aureal è una sfida per offrire un servizio di medicina estetica ad alta innovazione tecnologica, che si caratterizzi quale lusso accessibile e di qualità.

In particolare la startup, riconosciuta come “innovativa” dal Ministero dello Sviluppo Economico, intende promuovere i trattamenti non invasivi di medicina estetica come vere e proprie pratiche medicali di prevenzione sicura e mantenimento estetico, da non considerare più come fossero un tabù e da inserire nella propria routine di bellezza e salute. I trattamenti non invasivi che rispecchiano e rispettano l’immagine della persona, infatti, sono un valore aggiunto che è possibile concedersi per stare meglio. Ulteriore punto distintivo di Aureal è l’iper specializzazione del personale sanitario, così da garantire per ogni specifico problema la presenza di un esperto dedicato a risolverlo e un approccio a 360° alle problematiche del paziente.

Il primo medical beauty center del gruppo è stato aperto al pubblico a Nola in provincia di Napoli giovedì 21 aprile 2022 con la direzione sanitaria di Carmen de Luca, chirurgo e medico estetico. Seguirà l’apertura di altri centri in diverse città d’Italia tra cui Milano, Roma e Torino.

Partire dal Sud Italia: una scelta voluta

Partire dal Sud Italia è stato un modo per offrire al territorio di origine dei due founder un’opportunità. “Nola si distingue da sempre per essere una città dinamica e reattiva allo sviluppo di nuove opportunità di business; basti pensare alla recente realizzazione dell’interporto, la piattaforma logistica internazionale connessa con i principali hub mondiali. Dopo esperienze di lavori in multinazionali e progetti internazionali abbiamo sentito l’esigenza di portare la nostra esperienza a ‘casa’, convinti che il nostro territorio possa essere luogo di opportunità” spiegano Volpe e Caliendo. “Abbiamo voluto creare un’azienda che mette al centro il benessere delle persone; sviluppando un sistema aziendale orizzontale volto alla compartecipazione attiva nel progetto da parte di tutti i dipendenti”. La città di Nola, al centro della Campania, è anche in una posizione ottimale per facilitare il raggiungimento della clinica medica da parte di tutta la clientela regionale.

L’unicità di Aureal nel settore medical beauty

Il centro medico Aureal offre trattamenti personalizzati per il corpo e il viso con l’uso delle migliori tecnologie presenti sul mercato della medicina estetica mondiale. Il centro di Nola attualmente si distingue in Italia per la massima ottimizzazione dei processi attraverso una completa digitalizzazione e per la presenza di dispositivi tecnologica di ultima generazione in tutti i macro ambiti della medicina estetica (viso, corpo, laser), certificati dalla FDA (Food and Drug Administration), che raggiungono risultati concreti attraverso procedure non invasive.

Questa è la strada che hanno iniziato a percorrere i due founder di Aureal che spiegano: «Per noi l’innovazione è un fattore di crescita economica e produttiva, ma è anche uno ‘strumento’ per il benessere dei pazienti. Aureal vuole rappresentare un lusso accessibile ai più, un luogo accogliente dove la tecnologia diventa un’alleata preziosa al raggiungimento dell’obiettivo estetico desiderato grazie alla guida dello specialista».

Scansione e ricostruzione 3D, tecnologia IAC e Dataware House

L’approccio di Aureal è innovativo. Alla prima visita, viene proposta ai pazienti una valutazione diagnostica con software di scansione e ricostruzione 3D del proprio viso, grazie a una tecnologia dedicata a uso esclusivo del medico per fornire un’analisi scientifica dei possibili processi di invecchiamento specifici della pelle del paziente. I dati vengono raccolti da un’app che consente al paziente di accedere sempre alle proprie informazioni e agli step terapeutici definiti.

Il sistema permette di analizzare le caratteristiche della pelle del viso così da fornire al medico le informazioni necessarie alla scelta del trattamento più idoneo. Le informazioni di anamnesi e diagnosi vengono inserite in una cartella clinica digitale sempre tracciabile e accessibile da paziente e medico. Questo consente una valutazione dell’iter medicale personalizzato e la sicurezza su tutti i trattamenti, grazie alla tracciabilità completa di ogni passaggio terapeutico.

La principale criticità del settore della medicina estetica riguarda il dubbio da parte delle persone sull’autenticità delle foto post trattamento che vengono mostrate. L’uso della tecnologia IAC (Instant Automatic Certification) per la certificazione legale delle immagini, brevettata a livello internazionale, consente di garantire l’autenticità di uno scatto con l’impossibilità di futura manomissione. È una soluzione usata per garantire la veridicità dei risultati ottenuti a chi visiona delle foto post trattamento, quale garanzia di efficacia e per testimoniare in cartella clinica i progressi step by step.

Tutti i dati e le informazioni di ogni seduta medicale, quindi anamnesi e diagnosi, vengono inseriti in un Dataware House che acquisisce gli obiettivi predefiniti da raggiungere a fine ciclo di trattamenti affinché lo specialista possa definire la strategia complessiva da adottare in seguito ai risultati raggiunti, passo dopo passo, dallo specifico paziente. In caso il paziente necessiti di più sedute nel corso del trattamento queste non vanno a impattare sul costo totale definito a monte; l’affidabilità tecnologica del macchinario di anamnesi è elevata al punto da consentire al centro medico di sostenere il rischio. Il medico così può, con il supporto della macchina, definire in maniera ancora più accurata ilnumero di sedute, e modulazioni d’uso del macchinario o altre eventuali terapie a supporto.

Relazione col paziente: un mix di rapporto umano e connessione digitale

La digitalizzazione, in Aureal, riguarda anche l’intero sistema di comunicazione e marketing grazie a uno staff ampio e multidisciplinare votato a impostare una strutturazione manageriale nei processi operativi ad alto tasso di innovazione.

La comunicazione intende guidare il paziente in una vera e propria “glamour medical experience” quando si trova in Aureal e a mantenerne il rapporto quando non è fisicamente nel centro, agevolandolo in scelte e valutazioni. L’esperienza estetica e di benessere associata al lusso accessibile e all’idea di coccola esperienziale è il fulcro distintivo di Aureal.

Vengono messi a disposizione servizi di consulenza a distanza, un sistema di prenotazione digitalizzato e intuitivo, indagini online sulla soddisfazione generale. Inoltre, le campagne informative dedicate al mantenimento ottimale dei risultati ottenuti con i trattamenti, sono inviate ai singoli pazienti seguendo quanto indicato dal loro archivio digitale personale. Pertanto gli viene ricordato con il giusto anticipo quando è ora di recarsi nuovamente nel centro per definire un eventuale nuovo ciclo di terapie di medicina estetica.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments