neonati

NAPOLI – A Città della Scienza di Bagnoli (Napoli), il prossimo 8 giugno Lifebrain organizzerà un convegno sui passi da seguire a livello diagnostico per le coppie che, pur desiderose di avere un figlio, trovano difficoltà. L’evento, co-sponsorizzato da Roche e parte del percorso di Educazione continua in medicina (ECM), vedrà la partecipazione di relatori di alto livello clinico e scientifico: professori, medici e ricercatori operanti in università e ospedali partenopei.

Secondo i dati dell’Istituto Superiore di Sanità, circa il 15% delle coppie italiane soffre di un problema di fertilità, un dato in sensibile aumento rispetto agli anni passati. Dallo stile di vita sedentario ad il consumo di fumo e alcol, passando per una dieta scorretta, molte possono essere le cause di una patologia che, coinvolgendo anche aspetti psicologici, rende l’attività di diagnosi e prevenzione cruciale.

La diagnosi di infertilità e la successiva scelta di trattamento, sia esso medico, chirurgico o di procreazione medicalmente assistita (PMA), sono infatti il risultato di un percorso diagnostico sulla coppia particolarmente delicato.

Per questi motivi il prossimo 8 giugno Lifebrain, il più grande network di laboratori d’Italia con oltre 270 centri d’analisi, organizza un convegno dal titolo “Infertilità di coppia: diagnostica e management specialistico in epoca di procreazione medicalmente assistita”. Il convegno si svolgerà all’interno della splendida cornice della Città della Scienza di Bagnoli (Napoli), un centro accademico-didattico polifunzionale tra i più all’avanguardia d’Italia.

L’evento in programma sul territorio campano, in cui Lifebrain conta una rete di 14 centri d’analisi, rappresenta un’occasione per tutte le figure professionali coinvolte nella diagnostica dell’infertilità di coppia (dall’andrologo al tecnico di laboratorio) di conoscere le condizioni che possano richiede un approccio assistito.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments