NAPOLI – Un altro importante traguardo nell’utilizzo di tecniche innovative in chirurgia è stato raggiunto all’ AORN Santobono-Pausilipon nel campo dalla chirurgia oncologica pediatrica. Una paziente di 13 anni affetta da un tumore renale a diagnosi complessa è stata sottoposta ad intervento chirurgico di asportazione del tumore con infiltrazione del diaframma, mediante una tecnica mini-invasiva innovativa.

L’intervento, eseguito dal Referente della Chirurgia ad alta Tecnologia Dott. Giovanni Torino (Chirurgo esperto in Chirurgia Mini-invasiva e Robotica) e dal Direttore della Chirurgia Urologia Pediatrica Dott. Giovanni Di Iorio, è stato condotto con una tecnica mai utilizzata, fino ad oggi, per l’asportazione di una neoplasia renale in età pediatrica.
La paziente dopo essere stata trattata con chemioterapia preoperatoria nella S.C. di Oncologia Pediatrica diretta dal Dr Massimo Abate, è stata sottoposta ad un intervento in chirurgia mini-invasiva consistito nell’eseguire due piccole incisioni addominali di 10 millimetri con l’introduzione dei normali strumenti laparoscopici. La particolarità è stata rappresentata dall’introduzione in addome, mediante un incisione addominale di circa 5 cm, della mano del chirurgo utilizzando una metodica laparoscopica ma assistita dalla mano del chirurgo (denominata: “Laparoscopia Hand-Assisted”).

La paziente è stata dimessa in terza giornata post-operatoria, ma già a 24 ore dall’intervento ha ripreso la normale alimentazione e deambulazione senza presentare alcuna complicanza chirurgica;

Questa tecnica ha consentito, in questa tipologia di paziente, di eseguire un intervento oncologico con un alto standard di sicurezza e assoluta radicalità, unendo i vantaggi della tecnica laparoscopica alla sicurezza di poter introdurre la mano del chirurgo in addome come nella chirurgia tradizionale. Infatti, è stato asportato il rene con il tumore con un ottimo controllo dei vasi ed inoltre si è potuta asportare una parte di diaframma che poi è stato ricostruito senza alcuna complicazione.

Infine, dopo 3 mesi di chemioterapia post-operatoria, la paziente ad oggi risulta completamente guarita dalla sua malattia.

La “laparoscopia Hand-Assisted” è una tecnica utilizzata per altre patologie, ma è la prima volta al mondo che questa metodica viene utilizzata per l’asportazione di un tumore renale in età pediatrica.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments