Corbis-42-26529767

NAPOLI – La riabilitazione deglutologica.Aspetti Clinico-Riabilitativi E Socio-Sanitari. Venerdì 23 Giugno 2017 alle ore 9.00 presso la Sala conferenze “Prof. S.Terracciano” della Casa di Cura Santa Maria del Pozzo di Somma Vesuviana (NA).

Il convegno organizzato dalla Dott.ssa Ermenegilda Pagano, Direttrice scientifica della Casa di Cura S. Maria del Pozzo e responsabile del servizio nutrizione e dietetica vedrà la partecipazione in qualità di moderatori del Prof. Pasquale Strazzullo Ordinario di Medicina interna del Dipartimento di Medicina Clinica e Chirurgia Università di Napoli Federico II e Presidente della Società Italiana di Nutrizione Umana e del dal Prof. Pierluigi Pecoraro Responsabile del Servizio Nutrizione dell’ASL Napoli 3 e Professore della Scuola di Specializzazione di Scienza dell’Alimentazione dell’ Università Federico II.Coordinerà la la tavola rotonda sul tema “Il paziente disfagico e le risorse sul territorio: possibilità e prospettive”, la Dott.ssa Maddalena Terracciano, Neuropsichiatra e Direttrice Tecnica CRD S. Maria del Pozzo, a cui prenderanno parte i responsabili di neurologia e neurochirurgia di alcuni nosocomi della provincia di Napoli: il Primario di Neurochirurgia dell’Osp. Cardarelli di Napoli Prof. Caiazzo Pasquale, il Primario di Neurologia dell’Osp. Umberto I Nocera Inferiore la Dott.ssa Cuomo Teresa, il Primario di Neurologia dell’Osp. Loreto Mare Napoli il Prof. De Falco Fabrizio Antonio, il Primario di Neurologia del CTO Napoli il Prof. Ronga Bruno ecc..Il focus del convegno riguarderà il processo diagnostico e rieducativo dei disturbi della deglutizione, disfagia, dove svolgono un ruolo fondamentale il servizio del Foniatra e del Logopedista nel rispetto delle Linee Guida Nazionali per l’approccio clinico alle disfagie. Presso la struttura della Casa di Cura Santa Maria del Pozzo il Servizio di Deglutologia collabora a stretto contatto con il Servizio di Nutrizione e Dietetica per la gestione delle nutrizioni alternative in caso di impossibilità ad alimentare il paziente in modo fisiologico. Infatti sono numerosi i pazienti ricoverati che vengono nutriti con alimentazione enterale (SNG o PEG) o parenterale centrale e periferica.Inoltre l’Unità di Deglutologia è fortemente attiva nella ricerca attraverso un lavoro di screening sull’adeguata gestione del paziente disfagico.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments