nogluten

NAPOLI – Mal di testa, dolori addominali, o anche semplice stanchezza: tutti sintomi comuni, ma che potrebbero essere ricondotti al glutine. La sostanza proteica contenuta in grano e frumento è infatti sempre più spesso riconosciuta come causa o concausa di celiachia, sensibilità al glutine non celiaca, sindrome dell’intestino irritabile e allergia al grano.

Un fenomeno da non sottovalutare, perché secondo gli esperti circa il 10% degli italiani ha avuto o potrebbe avere problemi con il glutine*. E soprattutto, molti di questi non sono a conoscenza di essere affetti da questi disturbi, e sottovalutano quelli che invece potrebbero esserne i sintomi.Proprio allo scopo di promuovere un’informazione corretta e fornire consigli utili a pazienti colpiti da patologie riconducibili all’alimentazione senza glutine, o a chi ancora deve acquisire consapevolezza sul tema, Schär, leader europeo nel mercato del senza glutine, e ADI Associazione Italiana di Dietetica e di Nutrizione Clinica, in occasione del Mese delle Intolleranze al Glutine, hanno organizzato 34 incontri informativi in farmacia su tutto il territorio della Campania, in particolare: 15 in provincia di Napoli, 12 in provincia di Salerno, 6 in provincia di Caserta e 1 in provincia di Avellino.“E’ importantissimo per i pazienti avere un punto di riferimento che li aiuti ad affrontare nel migliore dei modi queste patologie legate all’alimentazione senza glutine. ADI e i suoi specialisti lavorano da anni per una corretta informazione e per rafforzare ancora di più il rapporto con i pazienti, educandoli sull’argomento – dichiara il Professor Antonio Caretto, Presidente ADI – Associazione Italiana di Dietetica e di Nutrizione Clinica –. E non solo, perché molte persone non sanno di essere affette da malattie legate al glutine, e spesso snobbano quei sintomi che invece potrebbero portare a una diagnosi. Per questo motivo ADI rinnova anche quest’anno il suo supporto a questa importante iniziativa, mettendo a disposizione del pubblico i suoi esperti per fornire consulenze gratuite telefoniche ed in farmacia”.Tra le farmacie aderenti all’iniziativa, in 34 saranno a disposizione del pubblico dietiste ADI per dare informazioni sui disordini legati all’ingestione di glutine e su come seguire una corretta dieta senza glutine, mentre in oltre 150 farmacie sarà disponibile il materiale informativo.Per maggiori informazioni sulle farmacie aderenti all’iniziativa visitare il sito www.megliosenzaglutine.it

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments