Malattie valvolari cardiache, tecniche mininvasive. Campania all’avanguardia (VIDEO)

0

NAPOLI – La Campania si conferma all’avanguardia nella cura delle malattie delle valvole cardiache che colpiscono più di 150.000 persone in regione. Per molti di questi pazienti, è possibile correggere alcuni di questi disturbi senza intervento chirurgico a cuore aperto, ma attraverso dei cateteri introdotti all’interno dei vasi da una puntura.

Ne parliamo con il dottor Arturo Giordano, direttore della Unità Operativa di Interventistica Cardiovascolare del centro di eccellenza Pineta Grande di Castel Volturno.

La clinica Pineta Grande è tra struttura di riferimento del mezzogiorno con circa duemila procedure di cardiologia interventistica eseguite ogni anno di cui più di 200 nell’ambito del trattamento delle valvole cardiache ed è stabilmente nella top ten delle migliori strutture italiane.

Le malattie della valvola mitralica colpiscono invece ben il 10% dei pazienti con età superiore ai 70 anni, circa 100.000 persone in Campania. Anche questo tipo di pazienti, quando la chirurgia non è praticabile possono essere trattati con tecniche mini invasive.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments