medici-e1394885578900

NAPOLI – “Era marzo 2018, dopo la seduta di assegnazione per gli ambiti carenti di medicina generale 2016, dove ci furono contestazioni riguardo le percentuali di assegnazione per i trasferimenti, che si accese la lampadina che in Campania per l’accesso alla Professione in Medicina Generale si era ai limiti della trasparenza e della legalità”. Questo l’incipit di “Medici senza carriere” che ripercorre le tappe di lotta del movimento dei camici bianchi per ottenere puntualità e trasparenza nelle assegnazioni degli ambiti carenti per i medici di famiglia.

“Iniziammo a denunciare la gravosa criticità mediaticamente, rivolgendoci alle massime autorità della Sanità campana, culminando in due manifestazioni, la prima, il 9 novembre 2018 e la seconda, il 10 maggio 2019, entrambe terminate con un incontro con le Istituzioni regionali, senza, però, avere avuto in quei momenti una risposta concreta. Il 10 maggio 2019 ci fu l’incontro con Antonella Ciaramella, all’epoca consigliera regionale. L’On. Ciaramella ci ha ascoltati e concretamente aiutati, cercando di mettere in campo ogni mezzo per riuscire a dare un dirigente ad un ufficio regionale, dove facevano da padroni caos ed approssimazione, con la conseguenza dei ritardi di pubblicazione e assegnazione degli ambiti carenti di medicina generale”.

14 OTTOBRE. MEDICINA GENERALE. ORA REGIONE CAMPANIA È UNA REGIONE NORMALE

“Il 1 settembre 2020 arriva il dirigente: la dottoressa Annamaria Ferriero, con il ruolo di Dirigente per l’“Attuazione del Piano regionale di assistenza sanitaria territoriale”, la quale fa un lavoro eccezionale, informatizzando le domande per l’inserimento e l’aggiornamento in graduatoria regionale della medicina generale e per la domanda per la partecipazione all’assegnazione degli ambiti carenti di medicina generale, oltre ad effettuare un continuo pressing sulle Asl per velocizzare la rilevazione degli effettivi ambiti vacanti, affinché la Cittadinanza sprovvista di medici di famiglia, potesse avere i nuovi medici”.

“Noi, Medici senza Carriere – chiude la nota – abbiamo continuato la nostra azione di denuncia e noi stessi abbiamo pressato i dirigenti delle sette aziende campane, affinché comunicassero in maniera veloce tutti gli ambiti carenti a Regione Campania, ai fini della loro pubblicazione; su questo non abbiamo ancora ottenuto il massimo perché gli ambiti carenti di medicina generale non sono stati rilevati in numero reale in ogni azienda, ma siamo certi che questa criticità sarà risolta. Il 14 ottobre si è conclusa la seduta di assegnazione degli ambiti carenti di Assistenza Primaria 2021: l’ultimo medico, a cui è stato assegnato l’ambito di Ischia -Casamicciola è il dottor Sabatino Russo con un punteggio in graduatoria regionale di 10,30. Un risultato impensabile fino ad un anno fa. Un grazie con il cuore alla dott.ssa Antonella Ciaramella; un grazie alla dottoressa Annamaria Ferriero e teniamo a ringraziare i consiglieri regionali Valeria Ciarambino e Giovanni Porcelli, che hanno, anche essi, sostenuto l’azione di Medici senza Carriere. Ora possiamo dire che per l’accesso in Medicina Generale, Regione Campania ora è una regione normale. I Medici senza Carriere ora sono dei Medici in prima linea sui territori per sconfiggere definitivamente il Covid-19 e per la presa in carico di tutte le altre patologie, in particolar modo le patologie croniche, oltre a fare la preziosa azione di prevenzione per le patologie tumorali”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments