Trofeo_Parchi_Naturali_2016_panorama_gf_sele

NAPOLI – A Napoli il convegno “Ambiente, salute, cibo per la medicina di precisione”. Regione Campania, insieme all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, alle università e alle istituzioni competenti coinvolte, è impegnata, da tempo, sul fronte della realizzazione di modelli di monitoraggio e analisi finalizzati all’identificazione dei fattori di rischio che risiedono nell’ambiente e nel mondo animale per identificare e prevenire la salute umana.

I progetti regionali Qr-code Campania e Campania Trasparente, negli ultimi dieci anni, hanno premesso di tracciare un percorso virtuoso di tutela e garanzia del cibo campano, con il progetto Spes, studio di biomonitoraggio ambientale. La sfera di indagine si è estesa, in piena armonia, con il nuovo paradigma scientifico della one health, attraverso un modello di analisi della correlazione tra esposizione ambientale e salute umana creando un nuovo pensiero della politica sanitaria regionale.

Il futuro è sicuramente incentrato su un modello di sanità di precisione che prevede l’utilizzo di tecnologie avanzate per raccogliere e analizzare i dati sulla salute dei pazienti, al fine di identificare i fattori di rischio e di prevedere le malattie in rapporto ai territori e predisporre programmi d’intervento personalizzati. Nel binomio ambiente salute c’è la chiave di lettura dei territori e, di conseguenza, un patrimonio scientifico sul quale costruire soluzioni per la garanzia e la tutela dei cittadini.

Saranno preziosi il monitoraggio dell’aria, dell’acqua e dei suoli per garantire le produzioni, per proteggere gli uomini e gli animali, la diagnosi precoce attraverso l’intensificazione degli screening della popolazione per l’individuazione delle malattie croniche, come il diabete e l’ipertensione, l’indagine costante sul connubio tra benessere degli animali, tutela dell’ambiente e salute degli uomini.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments