NAPOLI – L’intervento del sindaco di Napoli Gaetano Manfredi ha concluso la sessione finale dei lavori del convegno nazionale che la Società Italiana di Pedagogia ha svolto a Napoli.

La Sala dei Baroni di Castel Nuovo ha accolto la cerimonia di proclamazione dei vincitori dell’edizione 2024 del Premio Italiano di Pedagogia e la consegna alla Siped della Medaglia della Città di Napoli.
Si è conclusa così la tre giorni che la Siped ha tenuto a Napoli, con il patrocinio del Comune e la partecipazione delle quattro università partenopee (Federico II, Orientale, Suor Orsola, Partenope) che hanno ospitato i lavori nelle loro sedi istituzionali.
Il Sindaco Gaetano Manfredi ha espresso apprezzamento e condivisione per le proposte ed i programmi educativi emersi durante la tre giorni di lavori.

Nel corso delle trenta sessioni di dibattito scientifico è stato analizzato, sotto varie angolazioni, il tema complessivo del convegno nazionale che è “Ricerca e progettazione pedagogica per contrastare povertà educative e dispersione scolastica”. La prima sessione è stata introdotta dall’assessora all’Istruzione e alle Famiglie del Comune di Napoli Maura Striano.

In Italia un minore su quattro vive in condizioni di povertà educativa con famiglie che non sono in grado di provvedere ai loro bisogni primari di studio, sport, divertimento, sana alimentazione. Nel contempo, i modelli devianti trovano facili consensi anche perché amplificati da un uso distorto e compulsivo dei social. Cresce la percentuale di minori che girano armati e si moltiplicano gli episodi di violenza, di bullismo e di cyberbullismo.

La sfida scientifica, didattica e sociale, è quella di mettere in campo le migliori energie pedagogiche per “salvare” una generazione di bambini e giovanissimi, specialmente nel Sud Italia dove l’abbandono degli studi coinvolge il 17 per cento degli allievi mentre la dispersione scolastica sfiora il 10 per cento.

Tra le prospettive più interessanti, emerse nel corso dei lavori, c’è l’utilizzo dell’AI a supporto di programmi educativi integrati. A questo specifico argomento è stato dedicato uno degli approfondimenti.

Il convegno annuale Siped è stato dedicato ad Alberto Manzi, docente e pedagogista che, negli anni Sessanta del secolo scorso, contribuì ad insegnare lettura e scrittura agli italiani fuori età scolare grazie alla trasmissione televisiva “Non è mai troppo tardi”.

“La Società Italiana di Pedagogia – ha affermato il presidente Pierluigi Malavasi – ha fatto incontrare a Napoli esperti italiani e stranieri per un confronto scientifico e programmatico in merito alla drammatica situazione della povertà educativa che colpisce un quarto dei minori nel nostro Paese. A 100 anni dalla nascita di Alberto Manzi, gli studiosi riunitisi a Napoli hanno affrontato il fenomeno che colpisce i minori partendo dalla ricerca e progettazione pedagogica per contrastare povertà educative e dispersione scolastica”.

La La Commissione del premio è composta da:
Prof.ssa Simonetta Polenghi, Presidente del Premio
Prof. Pierluigi Malavasi, Presidente Siped
Prof.ssa Maria Tomarchio, vicepresidente vicario Siped
Prof.ssa Loredana Perla, vicepresidente Siped
Prof. Giuseppe Elia, membro direttivo Siped
Prof. Massimiliano Fiorucci, membro direttivo Siped
Ecco l’elenco completo dei premiati
PREMIO ALLA CARRIERA
Maria Teresa Moscato; Carmela Covato; Roberto Farné; Cristina Coggi

PREMIO ITALIANO DI PEDAGOGIA 2024
Professori/professoresse ordinari/ordinarie
Monica Ferrari; Andrea Potestio; Filippo Sani; Cristiano Corsini

PREMIO ITALIANO DI PEDAGOGIA 2024
Professori/professoresse associati/associate
Lavinia Bianchi; Elena Luciano; Jole Orsenigo; Agnese Rosati; Andrea Mariuzzo; Salvatore Patera; Nicoletta Rosati; Roberta Silva; Ferdinando Cereda

PREMIO ITALIANO DI PEDAGOGIA 2024
Ricercatori/Ricercatrici
Lisa Bugno; Davide Cino; Giorgio Crescenza; Tommaso Farina; Paolo Levrero; Anna Paola Paiano; Simone di Biasio; Lucia Paciaroni; Ilenia Amati; Annalisa Ianniello; Enrico Miatto; Alessandro Romano; Cristiana De Santis; Iolanda Sara Iannotta; Daniele Coco; Nicola Lovecchio

PREMIO ITALIANO DI PEDAGOGIA 2024
Assegnisti di ricerca
Gennaro Balzano; Simona Finetti; Pompeo Fabio Mancini; Cristian Righettini; Alessia Tabacchi; Elisa Zane; Claudia Alborghetti; Renata Bressanelli; Stefania Carioli; Federica De Carlo; Nicoletta Di Genova

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments