NAPOLI – Istituzioni ed operatori sanitari fianco a fianco per il progetto ‘O teng e to dong’ per la somministrazione di tamponi solidali ai cittadini con più fragilità. L’iniziativa avviata due settimane fa dalla Fondazione Famiglia di Maria e da F.A.S.T. Farmacisti Attivi sul Territorio, ha visto lo scorso week end, anche la visita del sindaco di Napoli Luigi De Magistris che è stato a San Giovanni a Teduccio in occasione della seconda tappa del progetto.
De Magistris ha assistito all’iter predisposto dalla fondazione e dall’associazione per lo svolgimento in sicurezza delle operazioni, manifestando il suo sostegno a questo genere di interventi che avvicina associazioni, imprese ed istituzioni al cittadino delle fasce più deboli.
“Che dire? Sono loro l’orgoglio di questa città. Tendere una mano a chi è in difficoltà è qualcosa che ci appartiene e che non dobbiamo mai smettere di fare” dice il Sindaco in un post su Instagram.
‘O teng e to dong’ nasce, infatti, dalla sinergia fra la Fondazione Famiglia di Maria e la storica Farmacia Centrale Ciammillo di Barra che vede fra i soci il presidente di F.A.S.T. Pietro Carraturo che spiega: “Abbiamo accolto l’appello del presidente della Fondazione, Anna Riccardi, per organizzare un progetto di tamponi solidali nell’area est di Napoli. ‘O teng e to dong’ è un’esclamazione napoletana per dire ‘ce l’ho e te lo dono’ ed è quindi un tampone che viene pagato dai numerosi sponsor tra cui aziende campane e multinazionali della filiera del farmaco come Farvima Medicinali, So.Farma Morra, MedSpa, Zeta Farmaceutici Group, Ecofarmatutto, Italian Marine, Pharmoove, Ibsa”.
“Grazie a questi sponsor e F.A.S.T. che ha riunito i numerosi farmacisti associati – aggiunge Carraturo – ogni sabato è possibile essere sottoposti a un tampone già pagato. – dice Carraturo – E’ un’esperienza da ripetere anche in altri quartieri, ma probabilmente, che si vede solo a Napoli dove nel momento di difficoltà emergono il cuore e la fattività della ‘Napoli solidale ’, degli imprenditori e delle Istituzioni che fanno un passo uno verso l’altro e fanno nascere progetti di solidarietà unici”.
Il tampone solidale viene somministrato ogni sabato nella sede della Fondazione della Famiglia di Maria. La scelta del giorno della settimana risponde a precise esigenze di sicurezza. Trattandosi di un luogo destinato all’assistenza alle famiglie, si è scelto il sabato perché in caso di esito positivo di un tampone, c’è poi il tempo necessario per la bonifica dei luoghi e quindi per evitare di sottrarre alle famiglie l’utilizzo del sito nel corso della settimana successiva.
Per far fronte alle esigenze del progetto, F.A.S.T. ha messo a disposizione le sue equipe mediche e donato tutti gli equipaggiamenti necessari, dai tamponi al gel e alle mascherine. Inoltre, grazie alle capacità pratiche e burocratiche dello staff di F.A.S.T., viene assicurata assistenza in caso di esito positivo del tampone, con la segnalazione agli uffici dell’ASL e l’invito alla quarantena fiduciaria.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments