NAPOLI – I maggiori esperti a livello nazionale di medicina rigenerativa, nel campo della patologia articolare e muscolo-tendinea (quelle simili all’infortunio dell’attaccante del Napoli Milik, per intenderci), si sono confrontati a Napoli sulle più recenti acquisizioni tecniche raggiunte in campo medico e chirurgico nelle patologie meniscali, cartilaginee, muscolo-tendinee, e sull’utilizzo di nuovi farmaci e materiali per la rigenerazione del tessuto cartilagineo.

L’occasione si è avuta nel corso del convegno nazionale organizzato al Centro Congressi della ‘Federico II’ da Donato Rosa, docente di ortopedia e traumatologia della Federico II.Sono tanti i traguardi raggiunti negli ultimi vent’anni nel settore della medicina rigenerativa, talvolta in grado di ritardare o evitare l’impianto di una protesi. Come conferma Stefano Della Villa.Si va dall’utilizzo di materiali biomimetici, alle cellule staminali e mesenchimali prelevate da tessuto osseo o adiposo; dalla terapia genica, all’impego del cellular matrix, ossia l’utilizzo combinato di fattori di crescita e acido ialuronico il contributo di Maurilio Marcacci.

{youtube}iCnrzTVN5L8{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments