Cardarelli-2

NAPOLI – L’Ospedale Cardarelli di Napoli ha deciso stamattina “la sospensione di ogni forma di attività programmata, ovvero programmabile, onde ridurre i volumi di utilizzo” della biancheria pulita.

E’ quanto deciso dai vertici del Cardarelli per far fronte all’emergenza determinata dallo sciopero dei lavoratori della ditta di lavanderia.

Gli addetti hanno ripreso stamattina a lavorare ma l’ospedale ha un forte deficit di biancheria pulita.

La Direzione Salute della Regione Campania presenterà un esposto-denuncia per interruzione di pubblico servizio in merito alla protesta di alcuni lavoratori dell’American Laundry, che hanno bloccato per un giorno la consegna della biancheria in alcuni ospedali.

Non si sono registrate emergenze. Le direzioni delle strutture interessate si sono immediatamente attivate e hanno gestito in maniera efficace le diverse situazioni venutesi a creare, a cominciare dal Cardarelli.

Si sono invece immediatamente diffuse notizie totalmente false, con aggressioni mediatiche volte ancora una volta a screditare a livello nazionale la sanità campana e il lavoro che si sta facendo.

La notizia non è che “negli ospedali campani mancano le lenzuola”, ma che una ditta, colpita da un’interdittiva della Prefettura, ha messo in campo una protesta irresponsabile con azioni che appaiono al di fuori di qualsiasi norma.

Il vero titolo non è l’ennesimo attacco alla sanità campana, ma il fatto che si continua a combattere per la legalità, per la trasparenza, per il rispetto delle regole e contro ogni tipo di ricatto.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments