NAPOLI – E’ partita oggi mercoledì 25 novembre, dalla Parrocchia della resurrezione di nostro Signore Gesù Cristo (Piazza della Libertà, Scampìa/Napoli) la seconda tappa dell’iniziativa Il Tampone Solidale e il Tampone Sospeso, che dal cuore della città si trasferisce nelle periferie.

Quasi 50 i tamponi sospesi, quindi gratuiti, effettuati questa mattina, dalle 8,30 alle 12,30. Tanti i volontari che si sono dati da fare per supportare l’iniziativa promossa dall’associazione “Sa.Di.Sa. – SANITÀ, Diritti in Salute in collaborazione con L’Arcidiocesi di Napoli VII decanato Don Francesco Minervino decano, con la Farmacia Mele del dott. Ersilio Mele e con il presidente dell’Ottava Municipalità, Apostolos Paipais,

Anche domani dalle 8,30 alle 12,30 verranno effettuati tamponi gratuiti a tutti gli abitanti dell’Ottava Municipalità, poi, da venerdì i tamponi avranno un costo solidale non più di 18, ma di 15 euro, grazie alla collaborazione e agli sforzi delle farmacie che aderiscono all’iniziativa. L’obiettivo, a brevissima scadenza, è quello di portare il costo dei tamponi a 10 euro.

Intanto anche l’imprenditoria corre in supporto dell’iniziativa e da San Giuseppe Vesuviano l’azienda Legumi Select della famiglia Aliberti, dona ben 500 tamponi sospesi.

“Siamo felici- parlano Giada Filippetti e Angelo Melone, rispettivamente vicepresidente e presidente dell’Associazione Sa.di.sa- di registrare la prima donazione che ci arriva dall’imprenditoria campana. Abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti, perché le richieste che ci stanno arrivando sono davvero tante.”

“Stiamo lavorando affinché non solo sia possibile testare la cittadinanza che non riesce ad accedere ai servizi offerti dal SSN e che non può permettersi di pagare il costo di un tampone in un centro privato – spiega l’imprenditrice Giada Filippetti, vicepresidente di Sa.di.sa – ma anche di aiutare coloro che hanno attraversato la malattia a effettuare, in maniera gratuita o comunque a un prezzo solidale, un check up per verificare quali sono stati gli eventuali danni provocati dal passaggio del virus SarsCov2. Il tutto sarà possibile grazie ai medici che fanno parte della nostra associazione”.

“Siamo felici di notare – spiega Angelo Melone, presidente di Sadisa- che dopo il successo della nostra iniziativa i prezzi dei tamponi stanno calando un po’ in tutta la città . Siamo convinti che solo attaverso la solidarietà usciremo da questo tunnel. Dobbiamo essere unite e non lasciare mai indietro quelli meno fortunati di noi. Si dice che da grandi difficoltà si esce diversi, migliori o peggiori, noi vogliamo uscirne migliori e soprattutto vogliamo che tutti abbiano le stesse possibilità quando si tratta di Salute e Sanità”.

I test verranno effettuati ogni giorno dalle 8.30 alle 12.00 (su appuntamento)

Al momento sono stati effettuati oltre mille tamponi ed è stata registrata una positività di circa il 16% .

Il primo step è raggiungere i 10mila test effettuati, ma si spera di andare anche oltre.

“Tutto nasce dalla convinzione che solo attraverso una campagna tamponi di massa, con conseguente individuazione dei soggetti positivi, si può evitare un aumento del contagio e, in un momento di grande crisi economica come quello attuale, il costo del tampone deve essere contenuto.” prosegue. Angelo Melone, presidente della Sa.Di.Sa. associazione che intende fornire un valido supporto nell’assistenza sanitaria, promuovendo iniziative, attività di prevenzione e cura, convenzioni mediche ed aiuto nei casi di malasanità.

È possibile, inoltre, per quanti vogliano supportare il progetto, donare tamponi a chi non può sostenerne il costo, attraverso la formula del “tampone sospeso” che richiama la filantropica usanza napoletana, diffusasi nella seconda guerra mondiale, del “caffè sospeso”.

I tamponi saranno effettuati all’interno della la Parrocchia della resurrezione di nostro Signore Gesù Cristo (Piazza della Libertà) nel quartiere Scampìa di Napoli, rigorosamente previa prenotazione al numero dedicato 3792151320 oppure 0815437275.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments