NAPOLI – Come segnalato da un cittadino al Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, le nuove disposizioni, data l’emergenza sanitaria da Coronavirus, avevano creato dei disagi ai pazienti oncologici del Policlinico della Federico II di Napoli che prima di poter accedere alla struttura interna, per le sedute di chemio-terapia, dovevano essere sottoposti a test per verificare eventuali sintomi da Covid-19, in tal modo i pazienti si ritrovavano ad affollare l’area esterna.
Dopo l’intervento del Consigliere Borrelli, che aveva tempestivamente inviato una nota alla direzione generale del Policlinico affinché fossero studiate disposizioni più sicure, il Direttore del Dipartimento di Onco-ematologia del Policlinico della Federico II, Prof. Sabino De Placido, fa sapere come siano state adottate delle nuove misure di sicurezza per i pazienti oncologici: “ Abbiamo creato un percorso elettivo per i pazienti oncologici in modo da tutelare la loro sicurezza e quella degli operatori sanitari. I pazienti vengono sottoposti dapprima ad una visita preliminare e poi ad un test rapido per verificare un’eventuale infezione da Covid-19, e nei casi positivi si effettua in seguito un tampone faringeo.”
“Sono contento che siano state date nuove disposizioni e ringrazio la direzione sanitaria e generale del Policlinico e il direttore del Dipartimento per aver agito in fretta ed aver investito risorse economiche ed umane per mettere in atto queste nuove misure di sicurezza perché i pazienti oncologici sono persone immunodepresse e quindi necessitano di particolari attenzioni sanitarie per evitare contagi. “- ha commentato il Consigliere Borrelli, membro della commissione sanità.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments