NAPOLI – Correzione di grave scoliosi dell’adulto, per via completamente mininvasiva, utilizzando un sistema computer-assistito per la preparazione delle barre. L’innovativo e complesso intervento è stato eseguito dal Professore Enrico Pola, chirurgo vertebrale della UOC di Ortopedia e Traumatologia (guidata dal Professore Alfredo Schiavone Panni) dell’Azienda Ospedaliera Universitaria “Luigi Vanvitelli” (Direttore Antonio Giordano) di Napoli e ha visto
protagonista un paziente campano.
L’uomo era affetto da una grave lombosciatalgia invalidante da scoliosi dell’adulto dorso-lombare degenerativa, insorta a seguito di un pregresso intervento di decompressione lombare eseguito anni prima presso un’altra sede ospedaliera, ed è stato sottoposto – dal team medico guidato dal Professor Enrico Pola, Presidente della Società Scientifica AOSpine,-
alla correzione dell’invalidante patologia utilizzando un moderno sistema di stabilizzazione della colonna. L’intervento consiste nell’inserimento di numerose viti peduncolari, per via percutanea e mininvasiva, utilizzando un sistema computerizzato che ha guidato il modellamento e la preparazione delle barre.
Si tratta di innovative metodiche e di moderni strumentari basate sulla tecnica mini-invasiva che permettono di correggere le scoliosi dell’adulto evitando l’aggressività della tecnica aperta; questo significa minime perdite ematiche, tempi chirurgici e di recupero ridotti. Il paziente infatti è stato mobilizzato già in seconda giornata post-operatoria e dimesso, autonomo nella deambulazione, cinque giorni dopo l’intervento chirurgico.
“Mi complimento con l’intera equipe per il lavoro svolto sinonimo di alta qualità assistenziale che l’Azienda Vanvitelli offre – dichiara Antonio Giordano, Direttore Generale dell’AOU Vanvitelli. L’alta specializzazione in Chirurgia Vertebrale arresta la mobilità sanitaria che potrà, in caso di necessità, rivolgersi ai professionisti campani”, conclude il Direttore.

*La scoliosi è una curvatura anormale della colonna vertebrale. I casi gravi rappresentano una forte limitazione per le attività quotidiane, una patologia invalidante che necessita di intervento chirurgico. Negli ultimi anni, le tecniche chirurgiche, nell’ambito delle patologie vertebrali, hanno registrato una vera e propria rivoluzione.
La chirurgia spinale mini-invasiva (Minimally Invasive Surgery o MIS) è un insieme di procedure altamente precise che comportano incisioni più piccole, meno danno ai tessuti, tempi ridotti, con importanti risultati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments