NAPOLI – Dopo l’allarme lanciato dai medici di famiglia della Fimmg su un problema che impediva di utilizzare gli smartphone Android per l’accesso alla piattaforma Sinfonia la notte ha portato la tanto agognata soluzione. Con un lavoro straordinario infatti i tecnici della Regione sono riusciti ad eliminare il bug che ricadeva su circa 1.000.000 di assistiti. “Come abbiamo più volte sottolineato – dicono Luigi Sparano e Corrado Calamaro – Sinfonia è uno strumento addirittura fondamentale per l’assistenza ai cittadini e la lotta al Covid, una delle armi più affilate che noi medici di famiglia abbiamo a disposizione. Ecco perché questo intervento tecnico era necessario in tempi brevissimi*. Già dalle prime ore del mattino i cellulari di circa 1.500 medici di famiglia hanno iniziato a ricevere nuovamente le notifiche di positività e ora possono non solo registrare e gestire i nuovi casi, ma anche recuperare il terreno perso nei giorni in cui il bug non ha permesso loro di accedere al sistema se non dai terminali di studio”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments