NAPOLI – Le giornate di studio “SOUND LIGHT & FICTION: The Senses in Medicine”, ideate da Fabio Perricone hanno mantenuto fede allo speciale approccio multidisciplinare con il “Corso di Aggiornamento in andrologia endocrinologica e ginecologica”, che si è tenuto all’Università degli Studi di Napoli “Parthenope” a Villa Doria D’Angri. I responsabili scientifici Carlo Alviggi, Fabio Perricone e Rosario Pivonello hanno affrontato i temi della prevenzione e cura delle patologie riproduttive, sessuali, endocrine e neuroendocrine, con particolare attenzione alla gravidanza alla nutraceutica. Al corso, che rientra nell’Educazione Continua (ECM) hanno partecipato ginecologi, andrologi, urologi e specialisti di discipline correlate. Ospiti speciali: Antonella Stefanucci e Giacomo Rizzo. Le materie di studio sono state analizzate secondo “stagioni sensoriali”, gusto, vista e olfatto nel primo giorno, udito e tatto nel secondo. Fra gli argomenti: gli effetti della nutraceutica sulla riproduzione, la relazione tra odori e fertilità, la dispercezione corporea legata ai disturbi alimentari, gli effetti della musica su ipotalamo e ipofisi durante la gestazione. Di particolare interesse le lezioni magistrali: Carlo Alviggi sui progressi della PMA (Procreazione Medicalmente Assistita), Alessandra Graziottin su “L’amore mamma-bambino, fra olfatto, carezze e ossitocina” e “Armonia interrotta: come la temperatura mette a rischio la fertilità” di Carlo Foresta e la successiva relazione sull’HPV nel maschio. Annamaria Colao, con “La dieta degli ormoni e la nuova prospettiva del benessere a tavola”, e Giovanni Corona, con “Testosterone e metabolismo: un dibattito lungo una vita”, hanno approfondito i temi della sessualità e dell’alimentazione. Durante il meeting si sono alternati anche interventi culturali, musicali e cinematografici, che hanno puntato l’attenzione sugli scambi fra soma e psiche nell’ambito della salute umana. La parte speciale curata da “Cinema Fiction”, ha evidenziato la connessione tra “fiction”, social, stile di vita, prevenzione ed educazione alla sessualità nei giovani (e non solo). Se n’è parlato nell’ultima sessione dedicata alla “Medicina umana”. L’evento si è concluso con l’assegnazione del “Premio Mediterraneo per la Ricerca e la Scienza” a Carlo Foresta, andrologo, endocrinologo e studioso dell’infertilità, già professore ordinario di endocrinologia presso la Scuola di Medicina di Padova e membro del Consiglio Superiore della Sanità. Il premio è stato consegnato da Michele Capasso, Segretario Generale degli Stati Uniti del Mondo. Questo riconoscimento viene assegnato a personalità del mondo politico, culturale e artistico, che hanno contribuito a ridurre le tensioni e a valorizzare le differenze culturali e i valori condivisi.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments