NAPOLI – Duecento tra medici, esperti e volontari garantiranno visite mediche gratuite in decine di specialistiche nel più grande ospedale da campo realizzato sul lungomare di Napoli.

Università Federico II e Università Vanvitelli, l’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Napoli, insieme a numerose strutture private e all’associazione Farmaciste insieme, garantiranno la possibilità di migliaia di visite in tutte le principali specialistiche mediche dall’endrocrinologia alla neurologia, dall’oncologia alla nefrologia.

Il lungomare cittadino nell’area pedonale dalla Rotonda Diaz sarà animata da un programma ricchissimo di eventi sportivi e musicali, aree dedicate ai bambini, solidarietà e tanto altro. Tantissimi anche i testimonial, con artisti e scienziati, imprenditori e sportivi insieme per promuovere la prevenzione.

Si concluderà domenica 13 ottobre con la Prevention race, una corsa di dieci chilometri e una passeggiata di due chilometri che percorrerà il lungomare cittadino.

“La prevenzione e un corretto stile di vita sono al centro del nostro progetto. Nel corso dei tre giorni di visite gratuite i migliori professionisti campani saranno gratuitamente al servizio della popolazione napoletana”, spiega Annamaria Colao, coordinatore scientifico e promotore del Campus, tra le quindici scienziate italiane più quotate al mondo e di recente nominata coordinatore della Cattedra UNESCO per la Salute e la prevenzione sostenibile.

“Salute, sport e solidarietà compongono le tre S del Campus3S che ormai da anni è attivo in tutta la Campania ma che realizza manifestazioni in tutta Italia, con iniziative che coinvolgono la popolazione con una diffusa azione di prevenzione facendo anche sport e divertendosi”, spiega Tommaso Mandato, presidente di Sportform e organizzatore della manifestazione.

Attenzione al sociale, allo sport e alla salute, dunque attraverso una dinamica che consenta alla popolazione di avvicinarsi alla medicina in maniera meno formale ma altrettanto efficace. Un modello che sino ad ora è stato vincente per il Campus della Salute che negli anni è diventato una presenza fissa a Napoli e in tutte le città della Campania.

“Il successo di questa formula significa che la popolazione avverte l’esigenza di un contatto diretto con il medico e spesso forse non ci va per pigrizia, perché costa, perché pensa di consultarlo solo quando si sta male.

In questo modo abbiamo salvato molte vite e di ciò io e le tante persone che lavorano volontariamente a questa iniziativa siamo molto fieri. Oggi miriamo a promuovere una campagna nazionale di prevenzione primaria vera che, oltre a garantire un abbassamento delle percentuali di malati, riduca anche i costi per la sanità pubblica. Intendiamo così anche ribaltare l’approccio alla cura delle malattie. Bisogna ricercare le cause più che mirare alla semplice terapia sugli effetti.

E lo stile di vita, il mangiare bene, il dormire adeguatamente, l’esercizio fisico, rappresentano un elemento essenziale per ridurre l’impatto che le malattie hanno sulla nostra popolazione”, concludono Colao e Mandato.

Tantissime le iniziative previste prima e durante il Campus.

Una anteprima la sera prima dell’inizio: un grande spettacolo di beneficenza dal titolo “La Salute al chiaro di luna” la sera del 9 ottobre sul Lungomare con Maurizio De Giovanni, Tosca d’Aquino Monica Sarnelli, Rosaria De Cicco, Lello Esposito, Marco Zurzolo e tantissimi altri artisti.

Da quest’anno l’arte sposa la causa benefica del Campus Salute ed entra a far parte attraverso la curatrice Sabina Pecorella dell’iniziativa. Ci saranno, infatti, 6 artisti in campo per una performance artistica; Gennaro Regina affermato artista farà da padrino all’apertura con i suoi splendidi vulcani, Lucia Schettino, Carla Merone, Luca Arcamone e Marina Orlando (ArMa), Claudia Mandi, Danilo Spiteri. L’intento è favorire l’approccio consapevole all’arte contemporanea come strumento di benessere e alla promozione di giovani artisti nazionali e internazionali . Le opere realizzate durante i tre giorni saranno devolute in beneficenza per l’acquisto di nuovi macchinari da utilizzare per la prevenzione. Il 13 ottobre in chiusura dell’iniziata verrà consegnato il premio Salus Ars direttamente dalla sua ideatrice Sabina Pecorella all’artista piu votato.

Spazio anche per gli amici a quattro zampe. Gli animali saranno protagonisti del Campus: sarà presente un camper del servizio veterinario che provvederà ad apporre microchip ai cani padronali. Presente anche l’unità cinofila della Guardia di finanza. Nel corso del Campus saranno liberati alcuni uccelli salvati e curati dal CRIUV e dal CRAS. Infine per gli amici a quattro zampe sabato mattina ci sarà la Running Cup, una passeggiata veloce con il proprio cane.

Tanto Sport con il Premio “Danza per la Vita” organizzata dall’AICS il giovedì 10, mentre Venerdì un Torneo di Volley organizzato dalla Pol. Volley Ponticelli e sabato 12 Torneo di Calcio da Tavolo ed un’intera giornata dedicata al Fitness.

Venerdì 11 alle ore 18 il premio per la letteratura dello sport e della salute con tanti rappresentanti del mondo sportivo e ricnoscimenti per gli autori Bruno Marra, Silver Mele, Paolo Trapani, Maurizio Zaccone e Angelo Forgione.

Si chiude domenica mattina con la VI edizione della Prevention Cup, una maratona agonistica di 10 km abbinata ad una passeggiata di 2 km aperta a Tutti.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami