SOMMA VESUVIANA – “Questa mattina abbiamo trasportato al Polo Vaccinale ben 20 flaconi di Pfizer e 23 di Astrazeneca per un totale di circa 350 dosi”. Lo ha annunciato Claudio Russo. Tenente Colonnello, Comandante del Corpo dei Vigili Urbani a Somma Vesuviana

“Vogliamo arrivare a vaccinare almeno il 50% della popolazione sommese per l’Estate. Un profondo grazie al Corpo dei Vigili Urbani che sta facendo un grande lavoro e ringrazio di cuore: Protezione Civile, Guardie Zoofile dell’AISA, Croce Rossa Italiana, Asl, Centro Elim, Caritas, Curia Vescovile di Nola – ha dichiarato Salvatore Di Sarno, sindaco del Comune di Somma Vesuviana – perché tutti insieme stiamo dando vita ad un modello innovativo integrato tra istituzioni e volontariato. In queste ore stiamo valutando le decisioni da prendere in merito alle riaperture dal 26. Abbiamo 76 nuovi positivi però negli ultimi 7 giorni. In questo momento la situazione registra 220 positivi attivi e 532 persone in sorveglianza sanitaria, ma abbiamo complessivamente anche ben 5682 dosi inoculate, tra prima e seconda, tenendo conto che alcuni sommesi sono prenotati anche presso altri Centri Vaccinali. Sul fronte scuole confermiamo la chiusura di tutti i plessi scolastici del Primo Circolo Didattico “Arfè” fino al 30 Aprile, dunque una situazione per quanto riguarda la platea scolastica, al momento stabile ma dobbiamo valutare l’andamento delle prossime ore”.

Un Polo Vaccinale voluto fortemente dall’Amministrazione Di Sarno con un’interlocuzione costante con l’Asl.

Il modello Somma Vesuviana c’è perché tutti insieme stanno dando un contributo determinante nelle rispettive competenze.

Il Polo Vaccinale nasce presso il Centro Formazione della Caritas lì dove vengono accolti i padri separati, ma si lavora anche sull’inclusione sociale lavorativa di giovani in detenzione alternativa. Una storia davvero di buona società!

Il sindaco è stato determinante nell’apertura del Polo Vaccinale, figlio della sinergia tra istituzioni quali il Comune, Asl, Curia Vescovile di Nola e il volontariato.

Un percorso che nasce da un’intesa tra Comune, Curia ed Asl, con il grande lavoro portato avanti dalla dott.ssa Nunzia Tavella, da Raffaele Cerciello, Vice Direttore della Caritas Diocesana di Nola e Presidente Fondazione S.I.C.A.R ed il pieno sostegno del Vescovo, Mons. Francesco Marino

Al momento il Polo è attivo dalle ore 14 alle ore 20. Bisogna recarsi solo all’ora indicata nella prenotazione. Dal 3 Maggio vaccinazioni dalle ore 8 alle ore 20.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments